* INFORM *

INFORM - N. 228 - 28 novembre 2002

Tra gli obiettivi principali dell’Istituto Italiano "Fernando Santi"

Formazione e mobilità internazionale dei lavoratori ospedalieri argentini e brasiliani e reti d’imprenditoria con i Paesi dell’America Latina

PALERMO - Accordi e "protocolli d¹intesa" significativi riguardanti, tra l¹altro, la formazione professionale dei nostri connazionali residenti nell’America Latina e la mobilità internazionale dei lavoratori del comparto socio-sanitario-assistenziale, sono stati sottoscritti in Argentina e Brasile tra esponenti delle Istituzioni dei due Paesi ed il presidente dell’Istituto Italiano "Fernando Santi" Luciano Luciani.

Sono questi alcuni degli obiettivi raggiunti a conclusione della tournée che ha visto l’allestimento di ben sei mostre ed altrettante conferenze sull’epopea garibaldina, nella ricorrenze del 120° anniversario della morte dell’eroe dei due mondi. Nel quadro delle intese raggiunte sono stati definiti due accordi di collaborazione permanente tra l¹Istituto Italiano "Fernando Santi" e gli ospedali "Giuseppe Garibaldi" di Rosario (Argentina) e quello di Laguna (Brasile).

"Nei due nosocomi saranno avviate iniziative di politiche attive di lavoro - ha spiegato Luciani - con particolare riferimento alla formazione professionale ed alla mobilità internazionale del lavoratori del comparto socio-sanitario-assistenziale". Ma nell’intesa è stata anche progettata un’attività di supporto formativo che sarà rivolta a 15 infermieri professionali di cittadinanza italiana qualificati presso l¹ospedale italiano di Rosario. Iniziativa questa finalizzata a favorire il rientro occupazionale degli infermieri professionali in Emilia Romagna, utilizzando le provvidenze di legge disposte recentemente dal Consiglio regionale emiliano-romagnolo.

Inoltre, per iniziativa dell’Istituto Regionale Siciliano "Fernando Santi"e delle Istituzioni siciliane, ed in concorso con il Comune e l¹Ospedale di Laguna, sarà avviato un progetto di solidarietà internazionale finalizzato alla definizione delle opere strutturali del complesso ospedaliero della città brasiliana che ha dato i natali ad Anita Garibaldi. Con gli ospedali argentini di Cordoba, Rosario e La Plata sono state anche sottoscritte convenzioni finalizzate a qualificare 135 operatori socio-sanitari-assistenziali di cittadinanza italiana. Personale questo destinato ad essere utilizzato in parte sul mercato del lavoro argentino ed in parte in Italia, Paese il nostro che necessita di questa nuova figura professionale recentemente introdotta attraverso le disposizioni emanate dalla Conferenza Stato-Regioni.

"Sono stati inoltre avviati contatti e stipulati accordi - spiega il presidente Luciani - per realizzare iniziative specifiche di animazione e promozione di legami stabili tra l¹economia del Mezzogiorno d’Italia, gli italiani residenti all’estero e le istituzioni dell’Argentina e del Brasile previste dal Programma Operativo Nazionale di Assistenza Tecnica (PON) e azioni di Sistema Obiettivo Uno per il 2000-2006".

In tale contesto saranno promosse reti d’imprenditoria tra le Regioni Calabria ed il Sud del Brasile e tra la Regione Sicilia e l’Argentina, mirate al potenziamento e sviluppo dei comparti del turismo, della pesca dell’agricoltura, della zootecnia e dei prodotti eno-gastronomici.

Sarà anche promossa una rete d’imprenditoria tra la Regione Sicilia ed il Sud del Brasile per far seguito a quella già promossa nell’anno 2002 in Argentina, destinata al potenziamento ed allo sviluppo del comparto turistico, culturale e delle arti applicate, con particolare riferimento alle tecniche di lavorazione, anche di tipo industriale, della ceramica artistica e del mosaico.

Inoltre, le gigantografie sull’epopea di Giuseppe ed Anita Garibaldi, che sono state oggetto delle mostre inaugurate nei giorni scorsi in Argentina e Brasile, saranno utilizzate in occasione di dibattiti e conferenze destinate a scuole ed a organizzazioni culturali e del tempo libero. I convegni e le attività seminariali, che si sono svolte nel corso della tournée che ha visto la delegazione dell’Istituto "Santi" nell’America Latina, hanno portato a promuovere, a La Plata, un Comitato per la raccolta di fondi destinato a restaurare la statua di Giuseppe Garibaldi ed alla sistemazione dell’omonima villa, dove insite il monumento dell’eroe dei due mondi.

Nelle città di Porto Alegre e Laguna (Brasile) sono state invece istituite delle Sezioni dell’Istituto "Santi" destinate alla esaltazione della memoria dell’epopea garibaldina.

"In particolare, nella città di Laguna, la locale Sezione del Santi - ha aggiunto Luciano Luciani - promuoverà incontri, seminari, conferenze, mostre e gemellaggi. Il coordinamento di tali attività è affidato, nella città natale di Anita e nello Stato di Santa Caterina, al sindaco di Laguna avvocato Adilicio Cadolin, unitamente al presidente della locale Fondazione "Anita Garibaldi" , Leo Felipe Nunes ed al presidente dell¹Associazione Italo-Brasiliana della stessa città turistica brasiliana, Luis Beceler Nichele".

La prossima iniziativa dell’Istituto Santi, con la partecipazione del Comitato di Laguna, sarà quella delle Celebrazioni della "Settimana garibaldina" che coinvolgerà l’Amministrazione Provinciale di Trapani e che si svolgerà nei comuni di Marsala, Calatafimi, Salemi, Castellammare e Vita. Verranno così riprese le celebrazioni annuali dell’epopea garibaldina in provincia di Trapani, interrotte da anni. (Inform)


Vai a: