* INFORM *

INFORM - N. 223 - 22 novembre 2002

Concluse in Argentina le manifestazioni su Giuseppe e Anita Garibaldi organizzate dall’Istituto Italiano Fernando Santi

LA PLATA - Si è concluso a La Plata il primo ciclo di manifestazioni sullŽepopea garibaldina organizzate dall’Istituto Italiano Fernando Santi in Argentina e poi in Brasile.

Tre mostre con altrettante conferenze sono servite a far rivivere le gesta del leggendario condottiero, non solo tra i nostri emigrati in Sud America ma anche tra la popolazione argentina.

In moltissime città dellŽAmerica Latina numerose sono infatti le statue, le piazze e le strade che ricordano Giuseppe Garibaldi e la sua compagna brasiliana Anita, nata a Laguna e morta a Ravenna.

A La Plata, nella sede del Circolo Italiano, un vasto uditorio ha ascoltato con attenzione ed interesse i numerosi interventi dei vari studiosi che hanno sottolineato lŽamore per la libertà del generale che ha finito i suoi giorni a Caprera.

Proprio per amore della libertà Garibaldi ha rischiato la vita non soltanto lungo tutto la nostra penisola, ma anche in Europa ed in Sud America. Soltanto per poco infatti Garibaldi non è stato definito lŽeroe dei tre mondi, e non dei due mondi. Come è stato sottolineato nel corso del dibattito Garibaldi, dopo avere combattuto in Europa ed in America Latina venne invitato a prendere parte attiva nelle lotte dellŽAmerica del Nord.

Non appaiono ancora oggi definite le motivazioni del suo mancato intervento nellŽAmerica del Nord.

La delegazione dellŽIstituto Regionale Siciliano Fernando Santi composta dal dr. Luciano Luciani e da Marco Luciani, rispettivamente Presidente e Segretario Generale dello stesso ente, dallŽattore cabarettista Antonio Augello e dal giornalista Enzo Cesare, ha proseguito per il Brasile dove, a Porto Alegre, verrà inaugurata una mostra e sarà tenuta una conferenza su Garibaldi presso lŽAssemblea Legisativa dello Stato del Rio Grande do Sul, nella ricorrenza del 120° Anniversario della morte dellŽeroe. Gli altri appuntamenti sono previsti a Laguna, città natale di Anita, ove si effettuerà il gGemellaggio con Ravenna, nelle cui vicinanze Anità Garibaldi trovò la morte. L’ultimo appuntamento è previsto a Sao Caetano do Sul, città alle porte di San Paolo del Brasile. (Inform)


Vai a: