* INFORM *

INFORM - N. 220 - 19 novembre 2002

Patronato Ital-Uil in Germania: 50 anni di esperienza e tante idee per il futuro

COLONIA - LŽItal-Uil compie gli anni, festeggia e guarda avanti. Storia in abbondanza e tanti traguardi raggiunti, ma ancora una gran voglia di futuro. Questo in sintesi il messaggio di Gianfranco Segoloni, presidente dellŽItal-Uil Germania, che ha illustrato diverse nuove possibilità di intervento, rese possibili dalla legge di riforma dei patronati emanata nel marzo scorso (Legge 152 del 30.3.2001).

Diverse le personalità presenti al convegno organizzato dallŽItal-Uil Germania a Colonia, per esempio il Console generale della città renana, Gianfranco Coloniato, che ha espresso il proprio apprezzamento per lŽiniziativa svoltasi al motto di "Il ruolo del Patronato Ital-Uil nel coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale in Europa".

Un elogio speciale è arrivato da Roma. Luigi Gatti, vice presidente dellŽItal centrale, ha lodato il lavoro dellŽItal-Uil Germania e ha sottolineato che lŽItal-Uil è ormai presente su tutto il territorio tedesco con una fitta rete di uffici che offrono un servizio di alta qualità. Ma lŽItal vuole migliorare ulteriormente il proprio lavoro, ha sostenuto Gatti: „Abbiamo in programma un ulteriore potenziamento delle sedi esistenti e un forte investimento nella formazione puntuale e permanente dei nostri operatori." Unico elemento oggetto di forte preoccupazione è la mancata emanazione del decreto attuativo della 152, lamentato da diversi relatori, anche da Dino Nardi, presidente della Commissione di sicurezza sociale del CGIE e coordinatore generale dellŽItal-Uil Svizzera.

LŽesperto del Ministero del Lavoro presso lŽAmbasciata, Marco Marino, ha sostenuto lŽimportanza dellŽattività svolta dai Patronati sia nello svolgimento di singoli casi, sia come promotore di procedimenti presso la Corte di Giustizia a favore di cittadini residenti allŽestero. Marino ha auspicato che i patronati possano diventare un interlocutore diretto della Commissione Europea per la tutela sociale e previdenziale dei cittadini europei. LŽimportanza e la validità del lavoro del Patronato Ital-Uil è stato sottolineato anche dai responsabili della direzione generale degli enti pensionistici Inps ed Inpdap presenti allŽiniziativa, rispettivamente Giuseppe Russo e Vincenzo Caridi, così come pure dal Segretario nazionale della UILP, Mauro Sasso.

Nel corso del convegno è stato presentato l’ultimo progetto realizzato dall’Ital-Uil Germania al fine di migliorare l’informazione degli italiani residenti nella Repubblica Federale Tedesca nel campo della sicurezza sociale. Si tratta della traduzione in italiano dellŽopuscolo "Sicurezza sociale in sintesi". Un‘azione accolta con molto entusiasmo sia da parte tedesca che italiana. Per Joachim Zweig, funzionario presso il nuovo Ministero tedesco dell’economia e del lavoro, si è fondata così una base di collaborazione solida e importante tra il patronato e il ministero.

"L’Ital-Uil Germania, con la sua nuova rete di uffici nelle aree di maggior presenza italiana, ha concluso Gianfranco Segoloni, è pronta ad affrontare le sfide dettate dalla legge di riforma dei patronati. Il tutto allŽinsegna di quel principio di solidarietà sociale che la contraddistingue da sempre". (Inform)


Vai a: