* INFORM *

INFORM - N. 218 - 15 novembre 2002

Assegnate le borse di studio per il 2002 del progetto "L'Umanesimo Latino in Svizzera"

BASILEA - Il progetto "L'Umanesimo Latino in Svizzera", in collaborazione con la Fondazione Cassamarca di Treviso e il Centro di Studi e Ricerche sull'Emigrazione CSERPE di Basilea, ha assegnato due borse di studio per l'anno 2002 per ricerche sul tema dell'Umanesimo Latino. La prima, sosterrà una ricerca dal titolo L'evoluzione dell'integrazione dell'italiano e della sua cultura in Svizzera, presentata dalla ricercatrice Mirella Di Croce, dell'Università di Bologna. La seconda, è stata assegnata al ricercatore Franco Pierno, dell'Università di Neuchâtel, per una ricerca dal titolo Una "questione della lingua" in Svizzera?Le posizioni in materia di lingua degli intellettuali italiani emigrati in Svizzera nel XVI secolo.

Nell'ambito del progetto ormai avviato da alcuni anni in Svizzera, l'assegnazione di queste borse di studio intende favorire la costituzione di un nucleo di ricerca legato al tema dell'Umanesimo Latino. Raccogliendo l'interesse che si è creato, soprattutto fra le giovani generazioni, intorno a queste tematiche, i responsabili del progetto intendono così creare un polo di attrazione culturale per i giovani ricercatori italiani che svolgono la propria attività di ricerca in università estere. I due assegnatari delle borse di studio sono infatti entrambi giovani di origine italiana che in diversi campi del sapere si sono specializzati in istituti di ricerca europei.

Mirella Di Croce, nata a Basilea, ha studiato in Svizzera, nel Canton Ticino, e a Bologna. Si è occupata del rapporto fra emigrazione e devianza giovanile, in uno studio condotto in collaborazione con l'Università di Losanna su La criminalità in Svizzera e il problema della devianza della seconda generazione. Nella sua ricerca per il progetto "L'Umanesimo Latino in Svizzera" traccerà l'itinerario della presenza italiana nella Confederazione Elvetica, evidenziando i punti di svolta che riguardano gli apporti di carattere culturale e l'evoluzione sociologica e legislativa in merito alle modalità d'accoglienza.

Franco Pierno, ricercatore dell'Università di Neuchâtel, è nato a Toronto, in Canada. Dopo essersi laureato all'Università di Pavia con una tesi su L'aggiornamento linguistico della Bibbia di Nicolò Malerbi (1471), svolge un dottorato di ricerca in Scienza del linguaggio, in cotutela fra l'Università di Neuchâtel in Svizzera e di Strasburgo in Francia, sul tema Analyse linguistique de textes religieux italiens (XVIe siècle). E' membro dell'A.I.P.I (Associazione Internazionale Professori d'Italiano) e della S.I.L.F.I. (Società Internazionale Linguistica Filologia Italiana) e ha pubblicato studi e ricerche in volumi antologici e riviste specializzate, fra cui "Lingua nostra" e "Rivista Biblica".

Entrambi i progetti di ricerca che hanno ottenuto la borsa di studio sono pubblicati sul sito del progetto "L'Umanesimo Latino in Svizzera", all'indirizzo www.umanesimolatino.net. (Inform)


Vai a: