* INFORM *

INFORM - N. 214 -11 novembre 2002

Il Forum per gli Italiani nel mondo sul terremoto in Molise. Manzella e Lombardi: "Coordinare le iniziative di solidarietà"

ROMA – "Dopo il momento della disperazione e del dolore, per le diecimila persone colpite dal terremoto del Molise è arrivato il tempo della riorganizzazione delle condizioni di vita personale e delle indispensabili relazioni sociali". E’ quanto affermano, in una dichiarazione comune, il presidente del Forum per gli italiani nel mondo Andrea Manzella e il coordinatore del Forum Norberto Lombardi.

"I disagi derivanti dall’avere perduto una casa e il quotidiano ambiente domestico sono aggravati dall’arrivo del freddo, in Molise particolarmente intenso, che spinge sulla soglia del rischio soprattutto gli anziani e i bambini. Trovare un’urgente ed adeguata sistemazione per un periodo purtroppo non breve e incominciare a delineare i tempi ed i modi di una ricostruzione che sancisca non l’emarginazione dei paesi colpiti ma il loro pieno recupero in condizioni di sicurezza sono gli impegni più immediati e necessari. Impegni che si debbono tradurre in concrete decisioni volte a reperire le risorse necessarie, a partire dalla Finanziaria che in queste settimane è in discussione in Parlamento.

"La ricostruzione, tuttavia - sostengono Manzella e Lombardi -, non può essere solo materiale. Occorrono una forte tensione civile e morale, progetti non solo di recupero abitativo ma di sviluppo economico e sociale dell’area colpita, una forte spinta di solidarietà che aiuti a raggiungere obbiettivi tanto complessi e difficili. Il rischio di abbandono di quei paesi, soprattutto da parte degli abitanti più giovani, è reale e non può essere affrontato solo con misure di ripristino abitativo, per altro diluite nel tempo. La solidarietà che fin dalle ore successive al sisma è scattata da singoli e da associazioni di molisani presenti in varie aree del mondo è una prima risposta significativa. Affinché non resti una voce isolata, essa deve essere sostenuta ed arricchita dal concorso delle altre comunità regionali e di quanti, qualunque sia lo loro origine, vogliano dare un segnale di presenza e di disponibilità in queste ore di profonda emozione. Le associazioni dei molisani hanno creato in diverse realtà Comitati di personalità che possano favorire la raccolta dei fondi e garantirne una corretta destinazione.

"L’appello che ci permettiamo di rivolgere a quanti si riconoscono nei Forum presenti nel mondo e nelle altre associazioni italiane, di qualunque orientamento, è quello di aiutare questi Comitati a svolgere il loro compito in modo durevole, sistematico ed efficace evitando frammentazioni e particolarismi che potrebbero limitare il buon esito delle iniziative. È il momento della solidarietà e dell’unità – concludono i dirigenti del Forum -. Siamo certi che tutte le persone di origine italiana che guardano con considerazione ed affetto al nostro paese ancora una volta sapranno fare la loro parte, questa volta per gli abitanti dei paesi del Molise e della Puglia che si sono visti privare degli affetti più cari e delle più elementari condizioni di vita e di sicurezza". (Inform)


Vai a: