* INFORM *

INFORM - N. 205 - 29 ottobre 2002

Conclusa a Bruxelles la tournée del Corpo di ballo della Scala di Milano, realizzata con la collaborazione dell'Istituto Italiano di Cultura

BRUXELLES - Si è conclusa, con il tutto esaurito e scroscianti applausi, la prima tournée del Corpo di ballo della Scala a Bruxelles, realizzata con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura. Sulla scia del recentissimo trionfo al teatro Bolshoi di Mosca, la prestigiosa formazione scaligera, diretta da Frédéric Olivieri era molto attesa: un'altissima affluenza è stata infatti registrata per tutte le cinque recite programmate dal 23 al 27 ottobre al Cirque Royal, teatro di circa duemila posti, che ha ripetutamente accolto Maurice Béjart con alcune fra le più importanti creazioni del XX secolo, ma anche il Tokyo Ballet e l'Opera di Parigi.

Il Corpo di ballo della Scala si è presentato nella capitale dell’Europa con cinque rappresentazioni del "Romeo e Giulietta", una storia d'amore e di morte, dall'omonima tragedia di William Shakespeare, per la coreografia di Kenneth MacMillan e nell'allestimento scaligero di Ezio Frigerio e Franca Squarciapino, finora sconosciuto al pubblico belga.

Molto positiva e carica d'entusiasmo e di emozioni la critica della stampa francofona e fiamminga su questo spettacolo prezioso e raffinato, definito dall'autorevole Le Soir, "una gioia per gli occhi" e caratterizzato da una "versione visualmente superba", grazie anche alla settantina di ballerini impegnati in una scenografia "sontuosa" firmata da Ezio Frigerio. "Magnifici" sono stati definiti i raffinati costumi ideati da Franca Squarciapino - già premio Oscar nel '90, per una brillante versione cinematografica del Cyrano de Bergérac - che hanno trascinato il pubblico in un "favoloso viaggio attraverso il tempo".

Vi hanno partecipato l'ambasciatore d'Italia in Belgio Gaetano Cortese, il ministro Alessandro Merola della Rappresentanza italiana presso l’Unione Europea e la direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura Sira Miori, oltre a numerose autorità e rappresentanti del mondo culturale francofono e fiammingo, accanto ai principali responsabili dell'informazione e della critica artistica belga e a numerosi corrispondenti italiani.

Come a Mosca, anche in queste rappresentazioni a Bruxelles si sono alternati sul palcoscenico, nei ruoli di Romeo e Giulietta, primi ballerini e solisti già applauditi al Bolshoj: Gilda Gelati con Alessandro Grillo e Marta Romagna con Mick Zeni. A partire dal 5 e fino al 14 novembre prossimi, "Romeo e Giulietta" tornerà agli Arcimboldi con le straordinarie e personalissime interpretazioni di Alessandra Ferri, che danzerà in coppia con Roberto Bolle, e Sylvie Guillem, in un ruolo inedito per il pubblico scaligero, e che avrà come partner l'artista ospite residente al Teatro della Scala Massimo Murru. (Inform)


Vai a: