* INFORM *

INFORM - N. 204 - 28 ottobre 2002

Il Presidente della Toscana Martini sul Social Forum: "A Firenze i giovani dell’Europa: raccontate di cosa verranno a discutere"

FIRENZE - La quasi totalità dei massmedia parlano di un Social Forum che non esiste, mentre l’opinione pubblica ha bisogno di avere informazioni, di conoscere le cose come stanno veramente. Perché, per esempio, i contenitori televisivi fino ad oggi hanno dato così poco spazio alle ragioni di questo appuntamento, agli organizzatori, alle istituzioni che hanno deciso di ospitarlo e alle associazioni che vi hanno aderito?" Così il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, esprime la sua preoccupazione per il modo in cui il grande meeting fiorentino che inizierà il 6 novembre è stato finora ‘trattato’ da tv e giornali.

"Credo che soprattutto la Rai, concessionaria pubblica, abbia il dovere - prosegue Martini - di dar conto di tutti gli aspetti legati a questo avvenimento. Finora ciò che ha prevalso è stata un’informazione strillata e tutta incentrata sui possibili problemi per l’ordine pubblico. Fino ad oggi, salvo poche, lodevoli eccezioni, nessuno ha parlato di cosa sia il Social forum europeo, di chi lo organizza, di chi vi parteciperà e di cosa vi si discuterà. L’attenzione è stata monopolizzata solo dai rischi e dalla paura".

Per questo Martini rivolge un appello alla Rai, a Mediaset, a La7 e a tutta la stampa: "A pochi giorni ormai dall’inizio dell’incontro, si facciano parlare i tanti e diversi veri protagonisti, sia dia spazio all’agenda dei temi, si faccia un informazione completa. Si tratta di questioni di grande interesse che credo meritino attenzione. Questo - conclude il presidente della Toscana - non solo gioverebbe alla completezza dell’informazione, ma sarebbe anche un contributo ad uno svolgimento pacifico del forum che voglio ricordarlo è l’obiettivo per cui da mesi stanno lavorando gli organizzatori, le istituzioni che hanno deciso di ospitare l’evento, i rappresentati del governo sul territorio". (Inform)


Vai a: