* INFORM *

INFORM - N. 200 - 22 ottobre 2002

I vincitori della XXVI Edizione del Premio Internazionale "Emigrazione"

PRATOLA PELIGNA - Un successo senza precedenti è arriso alla XXVI edizione del Premio Internazionale "Emigrazione", operante con le sezioni di saggistica, giornalismo, narrativa e poesia e del Premio "Onore al merito", istituito in favore di coloro che con il lavoro hanno onorato l’Italia nel mondo, organizzata dall’Associazione Culturale "la Voce dell’Emigrante" e dal Comune di Pratola Peligna, con la collaborazione della Regione Abruzzo, del Comitato Regionale Emigranti Abruzzesi e sotto l’alto patrocino del Ministero per gli Italiani nel Mondo.

Presenze prestigiose e di respiro internazionale, unitamente all’elevata qualità letteraria e accademica, hanno caratterizzato la manifestazione con saggi, racconti, articoli e poesie apprezzati e applauditi dal numeroso e qualificato pubblico presente.

La cerimonia di premiazione è avvenuta presso l’aula consiliare del Comune di Pratola Peligna alla presenza del dott. Laureano Leone, console onorario del Canada in Italia, dall’assessore provinciale Danilo Rossi e dal sindaco dott. Corrado Di Bacco che ha letto i messaggi augurali del governatore dell’Abruzzo Giovanni Pace e del ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia.

La giuria composta dal Corrado Di Bacco, esperto dei problemi economici comunitari, Vittoriano Esposito, scrittore e critico letterario; Liliana Biondi Di Fabio, docente di letteratura italiana nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università dell’Aquila; Vincenzo Centorame, giornalista e presidente del Centro Studi sul Multiculturalismo; Angelo De Bartolomeis, direttore de "La Voce dell’Emigrante" e presidente dell’omonima associazione; Pina Di Berardino, segretaria, ha assegnato i premi che seguono:

Sezione saggistica: primo premio a Santa Casciani di Cleveland OH (USA), per l’opera "Una nuova visione della storia italo-americana. Astoria e la verità della narrativa"; secondo premio a Marcello Bonitatibus, Pettorano sul Gizio (AQ), "Tra memoria e futuro. Sulmona ed il suo territorio dall’archeologia a Internet"; terzo premio a Virginia Sciutto, Assergi (AQ), "Le rappresentazioni del partire. Almost America". Segnalati: Liceo Sociopsicopedagogico, classe IV sez. B, Sulmona (AQ), "Il viaggio della speranza", indagine statistica e sociologica sul fenomeno dell’emigrazione di Sulmona; Generoso D’Agnese, Pescara, e Dom Serafini, New York, Usa, "Abruzzoamerica".

Sezione giornalismo: primo premio a Generoso D’Agnese, Pescara. "Gli italiani controcorrente"; secondo premio a Athe Gracci Biasci, Pontedera (PI), "Figurinai della Lucchesia"; terzo premio a Beniamino De Nardis, Francavilla al Mare, "Globalizzazione, emigrazione abruzzese all’estero e identità imprenditoriale".

Sezione narrativa (edita): primo premio a Jo Pagano Denver Colorado Usa, "Nozze d’oro", Avagliano Editore; secondo premio a Nicola Di Paolo, Siena, "Mentuab"; terzo premio a Francesco Dell’Apa di Roma per "Il cielo è uno". Segnalati: Fulvio Di Lieto, Roma, "Ritorno a Pasidonia"; Luca Nicolae, Bucarest, Romania, "Il sopravvissuto".

Sezione narrativa (inedita): primo premio a Lucia Marcone, Teramo, "Come una rondine che non fa primavera"; secondo premio a Silvana Perotti, Napoli, "Il figlio"; terzo premio a Patrizia Lombardi Rossi, Teramo. Segnalati: Antonella Tafuri, Roma, Il ritorno"; Nino Agnello, Agrigento, "Elegia della memoria".

Sezione poesia (edita): primo premio a Benito Sablone, Chieti, "L’angelo di Redon"; secondo premio a Anda Hanxhari, Durazzo, Albania, "Assopita eraba dell’est"; terzo premio a Angelo Terrasi, Sulmona (AQ), "L’ultima spiaggia". Segnalato: Ismail Bresku, Durazzo, Albania, "Come una farfalla".

Sezione poesia (inedita): primo premio a Teodora D’Onofrio, Filiano (PZ), "Nella terra dei calanchi"; secondo premio a Giuseppe Vetromile, Madonna dell’Arco (NA), "Per una donna del vicino est straziata"; terzo premio a Franca Battista, Fontana Liri (FR), "Partenza". Segnalati: Maria Rosa Viglietti, Pescara, "Il lungo viaggio"; Gian Marco Pedroni, Vignola (MO), "1873, da Fairbanks"; Stefano Stringini, Vasto (CH), "Foglio di via".

"Onore al merito" a sette connazionali che hanno onorato l’Italia nel mondo

Nel corso della serata A Pratola Peligna sono state consegnate le onorificenze "Onore al merito" a sette connazionali che con il loro lavoro hanno onorato l’Italia nel mondo. Dal Venezuela: Americo Belviso, Pasquale di Giampaolo Buccella, Francesco Michelangelo e Franca Maria Rasetta in Michelangelo; dall’Argentina: Guillermo Ignacio Rucci; dall’Italia: Osvaldo Bonsignori e Nicola Di Paolo. (Inform)


Vai a: