* INFORM *

INFORM - N. 196 - 16 ottobre 2002

Gli auguri di Tremaglia al Papa:"Serbo intatto nel cuore il ricordo dell’incontro a Castelgandolfo"

ROMA - In occasione del ventiquattresimo anniversario dell’elezione alla Cattedra di Pietro del Santo Padre Giovanni Paolo II, il Ministro per gli Italiani nel mondo, Mirko Tremaglia, ha inviato un telegramma augurale nel quale, a nome suo e di tutti i connazionali all’estero, esprime al Papa "gli auspici più fervidi e devoti". "Serbo intatto nel cuore - scrive Tremaglia - il ricordo dell’incontro del luglio scorso, a Castel Gandolfo, prima del viaggio a Toronto per la XVII Giornata Mondiale della Gioventù". In occasione di quel colloquio, il Ministro aveva donato al Pontefice un quadro con una fotografia del compianto figlio Marzio, già assessore regionale lombardo alla Cultura, e il testo del Credo, il testamento spirituale da lui scritto poche settimane prima della scomparsa, nell’aprile del 2000.

"Come allora - conclude il Ministro nel suo messaggio -, invoco sul Ministero e su tutti i connazionali all’estero la Sua paterna e santa Benedizione". (Inform)


Vai a: