* INFORM *

INFORM - N. 192 - 11 ottobre 2002

Dal Messico - I Bellunesi di Huatusco chiedono aiuto al Veneto

VENEZIA - Una delegazione messicana, guidata da Rafael Parissi Arau, presidente del Circolo Bellunesi di Hautusco (Stato di Veracruz), è stata in Veneto nelle scorse settimane per una serie di visite istituzionali. Il gruppo era composto da Alfredo Lopez Sousa, Elvia Partida de Lopez, Elvira Penorio Demeneghi, Irma Tenorio Demeneghi, Scarlet Miramontes, Carlos Rojo da Silva e Victoria Hernandes, ed era accompagnato da Pier Celeste Marchetti dell’Associazione "Bellunesi nel Mondo".

Il 23 settembre la delegazione ha fatto tappa a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, dove si è incontrata con il funzionario del Servizio Veneti all’estero, Ubaldino Sampaoli.

L’incontro ha costituito l’occasione per l’avv. Parissi, per ricordare il grande lavoro, ma anche le enormi soddisfazioni, che la comunità veneta di Huatusco sta raccogliendo nella gestione della biblioteca italo-messicana intitolata a Vincenzo Barcelloni.

"La biblioteca – ha detto Parissi – non è più solamente sede di studio, ma è diventata anche luogo di incontro, scambi culturali e punto informativo. Nel limitato spazio riceviamo ogni giorno dalle 200 alle 250 persone, molte delle quali chiedono assistenza per ottenere la cittadinanza italiana. Gli stessi uffici consolari deviano ai nostri addetti le richieste di informazione e la situazione sta diventando sempre più difficile da gestire, soprattutto sotto il profilo logistico". Anche il Messico sta vivendo, infatti, come quasi tutta l’America Latina, un periodo di crisi, in questo caso legata all’impennata dei costi di produzione del caffè, che sta provocando un progressivo abbandono dell’agricoltura. Molti cittadini, discendenti di emigrati italiani, stanno facendo tutte le pratiche burocratiche per un eventuale rientro in Patria.

"Il Comune di Huatusco e lo Stato di Veracruz – ha sottolineato Parissi - si sono resi disponibili a intervenire sul fronte economico per l’acquisto del terreno necessario all’ampliamento della biblioteca, ma resterebbero scoperti i costi di costruzione del fabbricato, per affrontare i quali abbiamo chiesto il sostegno della Regione Veneto".

In risposta alla crescente crisi, la delegazione ha anche chiesto la possibilità di predisporre in futuro un Progetto di Rientro per i discendenti di emigrati veneti anche per il Messico, sulla falsariga di quelli già esistenti per Argentina, Cile e Brasile. Parissi ha comunque assicurato che per adesso il "problema rientro" non esiste, in quanto i nostri discendenti preferiscono in questo momento abbandonare il lavoro agricolo per orientarsi verso il settore industriale o terziario. Per questo i Bellunesi di Huatusco chiedono soprattutto interventi formativi, rivolti ai giovani oriundi veneti: infatti, la specializzazione fatta in Veneto, a diretto contatto con il nostro sistema produttivo, ritenuto un modello a livello internazionale, permetterebbe ai figli di emigrati di tornare in Messico e portare valore aggiunto, senza essere costretti per forza a emigrare.

Infine, il prof. Marchetti, ricordando che l’Associazione "Bellunesi nel Mondo" ha ottenuto gratuitamente dagli industriali di Belluno circa 600 montature di occhiali destinati alla cittadina di Huatusco, ha anticipato che farà formale richiesta affinché la Regione Veneto intervenga per aiutare economicamente le famiglie indigenti messicane che non riescono da sole a sostenere le spese per le visite mediche oculistiche. (Veneti nel Mondo/Inform)


Vai a: