* INFORM *

INFORM - N. 189 - 8 ottobre 2002

Immigrazione in Veneto: Zanon presenta la "rete informativa regionale"

PADOVA - Una rete regionale informativa degli operatori pubblici e del privato sociale per migliorare il sistema dei servizi offerti agli immigrati, agli imprenditori, ai cittadini veneti, per mettere in sinergia le competenze, per "mappare" i servizi esistenti e monitorarli nella loro efficacia ed efficienza. Questi gli scopi della rete informativa per l’immigrazione, presentata il 7 ottobre a Padova presso la Sala degli Anziani del Comune dall’assessore regionale ai flussi migratori Raffaele Zanon. L’assessore era affiancato da Mario Barbieri, responsabile veneto di Italia Lavoro, l’Agenzia del Ministero per il Welfare incaricata dalla Regione di realizzare la rete in ogni capoluogo di provincia del Veneto. Il progetto, che sarà operativo in tutte le province a fine anno, prevede l’attivazione di servizi di informazione curati a livello provinciale da un operatore che fornirà informazioni, orientamento ai servizi, consulenza e assistenza tecnica a soggetti pubblici e privati sui principali temi dell’immigrazione: dal lavoro alla salute, dalla casa alle pratiche per il soggiorno e la permanenza, alla formazione socio-culturale e linguistica.

Inoltre, la rete potrà indicare le modalità operative per accedere ai contributi regionali e nazionali. E’ prevista anche un’area web di prossima attivazione. "Con quest’iniziativa - ha spiegato l’esponente del governo veneto - tentiamo di unificare le risposte e a fornirle in modo certo e il possibile univoco per gli immigrati, gli imprenditori, i cittadini veneti. La rete sarà l’elemento di connessione di tutte le azioni della Regione in tema di immigrazione".

Zanon ha annunciato anche che la Regione ristutturerà e riaggiornerà l’Osservatorio regionale sull’immigrazione (la convenzione con il precedente, con sede a Mestre, è scaduta nel 2000). Esso avrà sede a Padova presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico della regione in Galleria S.Gaudenzio. La stessa sede ospiterà anche il punto centrale della rete informazione per l’immigrazione. Per quanto riguarda la sede di Padova, l’Assessore ha informato che l’operatrice della rete per la zona di Padova risponderà dalla sede dell’Ufficio per l’Impiego della Provincia di Padova.

Tra le considerazioni di tipo generale svolte dall’Assessore, anche in relazione a questa nuova azione informativa regionale, il fatto che l’immigrazione, nel Veneto, venga considerata sempre più una risorsa (marcata anche dalla numerosa presenza femminile e dal numero di ricongiungimenti familiari) nei confronti della quale le istituzioni devono dotarsi di politiche di supporto che siano svolte in modo scientifico e strutturale. (Inform)


Vai a: