* INFORM *

INFORM - N. 185 - 2 otttobre 2002

Concorso della Dante Alighieri: i Borgia e Manuel Vazquez Montalbán

ROMA - "La morte nell’acqua. L’orrore appare nel viso di Papa Alessandro VI quando gli giunge come una voce quel che poi diventerà notizia: hanno rinvenuto il corpo di suo figlio Juan, annegato, nel Tevere, uno tra i tanti cadaveri che il fiume di Roma accoglie come conseguenza dei delitti politici o delle rapine. Ma suo figlio no, un figlio di Papa non deve morire nell’acqua,…"

Inizia così l’intrigo che Manuel Vázquez Montalbán lascia volutamente incompiuto lanciando il guanto di sfida agli studenti delle scuole italiane.

In concomitanza con l’apertura della mostra I Borgia, l’arte del potere a Palazzo Ruspoli, a Roma, il grande scrittore spagnolo e la Società Dante Alighieri promuovono un concorso aperto a tutti gli studenti delle scuole italiane per terminare l’opera La morte nell’acqua….

Grande esperto dei Borgia - sui quali ha scritto il romanzo O Cesare o nulla – l’inventore del commissario Pepe Carvalho ha accettato di partecipare ad un’iniziativa culturale della Società Dante Alighieri posta sotto l’egida del Ministero dei Beni Culturali e del Ministero della Pubblica Istruzione.

La Società Dante Alighieri, sorta nel 1889, ha il compito di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo. Istituisce e sussidia oltre 500 Comitati in Italia e all’estero, organizzando scuole, biblioteche, corsi di lingua e cultura mediante borse di studio e premi letterari. Dal maggio 1996 è Presidente della Società l'Ambasciatore Bruno Bottai.

Sarà lo stesso Manuel Vázquez Montalbán, il prossimo 22 ottobre a Roma, a presentare il concorso assieme al suo nuovo romanzo Eric e Enide (Frassinelli), a spiegare perché ha accettato di giocare con gli studenti delle scuole italiane e a svelare i dettagli del concorso, i componenti della giuria, le date ed i premi in palio. (Inform)


Vai a: