* INFORM *

INFORM - N. 182 - 28 settembre 2002

Dal 14 al 19 ottobre la seconda Settimana della cultura italiana nel mondo

Alla presentazione partecipano il Ministro Tremaglia e il Sottosegretario agli Esteri Baccini

ROMA - La seconda " Settimana della lingua italiana nel mondo" sarà presentata nel corso di una conferenza stampa, che si terrà martedì 1 ottobre alle ore 12.00 a Roma, al Ministero degli Affari Esteri (Sala delle conferenze internazionali). Vi prenderanno parte, oltre al Sottosegretario agli Esteri, On. Mario Baccini, il Ministro per gli italiani nel mondo, On. Mirko Tremaglia, il Direttore Generale per la Promozione Culturale della Farnesina, Ambasciatore Francesco Aloisi de Larderel; il Presidente dell’Accademia della Crusca, Professor Francesco Sabatini; il Presidente della Società Dante Alighieri, Ambasciatore Bruno Bottai; il Direttore Generale della Fondazione "Corriere della Sera", Cesare Biffi, il Direttore di Rai International, Massimo Magliaro; il Direttore di Rai Educational, Giovanni Minoli; il Direttore dell’Ansa, Pier Luigi Magnaschi.

Interverranno inoltre numerose personalità del mondo dello spettacolo e della letteratura essendo quest’anno il tema della settimana incentrato su "l’italiano e le arti della parola", e dunque teatro musicale e non musicale, canzoni, cinema, grandi mezzi di comunicazione. Tra gli altri, Giorgio Albertazzi, Alberto Bevilacqua, Suso Cecchi D’Amico, Dacia Maraini, Mario Monicelli, Sergio Raffaelli, Maurizio Scaparro, Vittorio Sermonti, Turi Vasile e Marcello Veneziani e Michele Mirabella (moderatore).

La "Settimana", che si svolgerà dal 14 al 19 ottobre, è resa possibile grazie ad una forte azione di sostegno dell’italiano all’estero da parte della Farnesina, che negli ultimi tempi ha fatto registrare un notevole incremento del numero di studenti in tutti i continenti. L’italiano si è ormai posizionato al quarto-quinto posto tra le lingue più studiate nel mondo, come risulta da una approfondita indagine commissionata all’Università "La Sapienza" di Roma e condotta tra gli 88 Istituti Italiani di Cultura, che possono vantare più di 55.000 allievi; nelle scuole, con oltre 30.000 studenti; nei 340 lettorati di italiano nelle università straniere.

Organizzata, come per la passata edizione, dal Ministero degli Affari Esteri e dall’Accademia della Crusca con la collaborazione del Ministero per gli Italiani nel Mondo e di numerose altre istituzioni, tra le quali il Ministero per i beni e le attività culturali, il Ministero dell’istruzione e dell’università, la RAI, la Società Dante Alighieri, l’Unione Latina, la Fondazione Cassamarca, la Fondazione "Corriere della Sera" e l’Associazione internazionale per gli studi di lingua e letteratura italiana (AISLLI). Coinvolgerà l’intera rete diplomatico–consolare italiana insieme a quella degli 88 Istituti Italiani di Cultura e si articolerà in più di seicento manifestazioni tra conferenze, convegni, seminari, mostre librarie e documentarie e concorsi letterari ed artistici.

Momento centrale sarà una tele-conferenza che si terrà il 17 ottobre alla Farnesina. In collegamento con sette sedi estere - gli Istituti di Cultura di Pechino, Varsavia, Tunisi, Parigi, Los Angeles, Buenos Aires e la Radiotelevisione della Svizzera italiana di Lugano - la lingua italiana sarà oggetto di approfondito esame e dibattito con italianisti e personalità dello spettacolo, della letteratura e dell’informazione, oltre a rappresentanti delle istituzioni politiche, in collegamento sia da Roma sia dai Paesi interessati. Tra i temi affrontati particolare attenzione sarà riservata alla diffusione dell’italiano nelle università straniere, al suo uso alla radio, in televisione e nel cinema.

Numerose le novità di questa seconda edizione della Settimana. In particolare una ricca serie di iniziative congiunte italo-svizzere, realizzate in numerose sedi all’estero, in collaborazione con la Pro-Helvetia e gli Istituti italiani di cultura, la realizzazione e la diffusione di programmi dedicati alla lingua italiana, realizzati per l’occasione da Rai International e da Rai Educational, l’incontro e la valorizzazione degli scrittori italiani o di origine italiana operanti all’estero, l’italiano in Sud America e le sue varianti linguistiche. Ci sarà anche la "Giornata dei lettori d’italiano", momento finale del concorso "L’italiano perché?", riservato a tutti gli studenti universitari, che hanno fatto pervenire, con il coordinamento dei nostri lettori, un rilevante numero di elaborati, attualmente all’esame della commissione giudicatrice. Gli autori dei migliori sette elaborati riceveranno altrettante borse di studio che consistono in un soggiorno di quattro settimane presso la sede di Gargnano del Garda dell’Università di Milano.

In corso di svolgimento è anche la seconda edizione del concorso di scrittura narrativa "Scrivi con me", quest’anno riservato agli studenti di italiano delle scuole secondarie all’estero. Una commissione, presieduta dalla scrittrice Dacia Maraini, sta esaminando i testi fatti pervenire, che sono i finali di un racconto della stessa Maraini sottoposto agli studenti privato della parte conclusiva. Come per la passata edizione, che ha avuto come oggetto un racconto di Giuseppe Bonaviri, i dodici testi migliori verranno raccolti e pubblicati in volume insieme al racconto di Dacia Maraini. I vincitori del concorso riceveranno inoltre ricche bibliovideoteche di testi italiani e di audiovisivi.

Nel corso della Settimana tutti gli 88 Istituti Italiani di Cultura ospiteranno la mostra "A bordo pagina", una ricca serie di pannelli che riproducono le pagine del Corriere della Sera con gli elzeviri delle firme più prestigiose del quotidiano di Via Solferino. La mostra è organizzata dalla Fondazione Corriere della Sera e dal Ministero degli Esteri e segue quella che si è tenuta in occasione della prima Settimana della lingua italiana, "Indro Montanelli, maestro di lingua", che ha riscosso grande successo in tutte le sedi espositive. (Inform)


Vai a: