* INFORM *

INFORM - N. 179 - 25 settembre 2002

Bimbi contesi - Tornate dalla Tunisia le figlie della Signora Adami

Tremaglia "Un’altra vicenda risolta positivamente che non fa dimenticare le centinaia di casi in attesa di soluzioni. Condivido la felicità della famiglia Adami e presto andrò a trovare Sara e Nour"

ROMA - La signora Claudia Adami e le sue due figlie minori, trattenute in Tunisia in pendenza del giudizio sull’affidamento delle bambine, sono tornate in Italia il 25 settembre con volo da Tunisi in arrivo a Milano. Il rientro è stato reso possibile dalla sentenza emessa dalla Corte d’Appello di Nabeul.

Il caso è stato seguito fin dall’inizio dal Ministero degli Esteri e dal Ministro per gli Italiani nel Mondo, Mirko Tremaglia, in contatto con la nostra Ambasciata a Tunisi che ha costantemente assistito la signora Adami e le figlie. Esauriti tutti i tentativi di conciliazione, la nostra connazionale, con l’assistenza di un legale di fiducia dell’Ambasciata, aveva ottenuto dal Tribunale di Tunisi l’affidamento provvisorio delle figlie. Con questa sentenza la magistratura tunisina ha ora dato pieno riconoscimento alle sue legittime aspettative ed al prioritario interesse delle minori.

"L’intervento della nostra Ambasciata, dell’autorità giudiziaria tunisina e della diplomazia tunisina - ha spiegato il Ministro Tremaglia - è stato ancora una volta determinante per una soluzione positiva. Finalmente sono tornate a casa felici e possiamo dire, con grande nostra soddisfazione, che l’inizio dell’attività del Comitato che si è costituito presso il Ministero per gli Italiani nel Mondo in stretta collaborazione con quello degli Esteri, è stato segnato da questo avvenimento positivo. Un caso risolto felicemente che ci porta ad intensificare ancora di più gli sforzi e l’impegno del Ministero per gli Italiani nel Mondo per le centinaia di altre vicende che attendono una soluzione. Oggi però mi stringo intorno alla famiglia Adami, alle piccole Sara e Nour con la promessa che al più presto andrò a trovarle nella loro casa." (Inform)


Vai a: