* INFORM *

INFORM - N. 178 - 24 settembre 2002

Il made in Emilia-Romagna sbarca in Usa

Una settimana in America: le iniziative di Regione e imprese per sostenere l’export

BOLOGNA - La Regione Emilia Romagna a fianco delle imprese sul mercato statunitense. Fino a domenica 29 settembre, tra New York e Miami, si alterneranno eventi ed incontri per presentare il meglio della produzione emiliano-romagnola per moda, alimentare e motoristica. Un’occasione per accelerare ancora un andamento dell’export già positivo per la regione, in crescita nel 2001 sul mercato d’oltreoceano nonostante l’andamento nazionale negativo.

Gli Stati Uniti appaiono in questa prospettiva una meta privilegiata. Nel 2001 l’export emiliano-romagnolo, che complessivamente ha superato i 31 miliardi di euro, è cresciuto qui del 2% a fronte di una flessione nazionale dell’1,7%. Sul mercato a stelle e strisce vanno particolarmente i mezzi di trasporto made in Emilia Romagna (più 4,4% contro una flessione nazionale del 3%) e vola addirittura l’alimentare, con un più 10%.

Registra invece qualche difficoltà oltreoceano il comparto della moda: crescono confezioni (più 1,2%) e pelletteria (più 1,9%), ma perde quota il tessile (meno 16,2%). E proprio a questo settore la Regione ha dedicato, nell’ambito del proprio programma promozionale, un’attenzione particolare, istituendo un Tavolo del sistema moda al quale sono state invitate tutte le associazioni imprenditoriali per progettare e realizzare assieme alle imprese iniziative per l’internazionalizzazione. Uno schema che sarà seguito anche per altri settori e che già sta dando, proprio negli Usa, i primi risultati concreti.

La settimana dell’Emilia-Romagna negli Usa, finalizzata a dare nuova energia all’export, è partita con la presenza di 8 aziende del settore, coordinata dal Tavolo moda, a due importanti fiere di New York (Fashion Conterie e Sole Commerce). Sempre oggi, sul fronte degli eventi, presso l’istituto italiano di cultura di New York sarà celebrato il centenario di Guglielmo Marconi, con un appuntamento al quale parteciperà tra gli altri la principessa Elettra Marconi, il Presidente della Fondazione Marconi ed una delegazione del Consiglio regionale composta dal Vicepresidente Daniele Alni e dai Consiglieri Daniela Guerra e Vittorio Lodi.

Ssempre in concomitanza con le due fiere di settore, presso il ristorante San Domenico nei pressi del Central Park ha luogo la presentazione ufficiale del sistema Emilia-Romagna. All’incontro con operatori economici e stampa specializzata parteciperanno il Vice Presidente del Consiglio regionale Daniele Alni, gli altri Consiglieri ed il direttore generale dell’Assessorato alle attività produttive Uber Fontanesi, mentre porteranno la propria testimonianza imprenditoriale i responsabili commerciali di Max Mara USA e Barilla USA.

Da New York a Miami, importante piazza commerciale per i beni di lusso e porta d’accesso per i mercati caraibici e sudamericani. Qui l’Emilia-Romagna, il 27 settembre, presenterà se stessa ad istituzioni, operatori economici, opinion leader e media attraverso alcune delle proprie produzioni di punta. Il Presidente della Commissione consiliare Attività Produttive Renato Delchiappo ed il Vicepresidente del Consiglio, Giorgio Dragotto, accompagnati da rappresentanti di marchi che hanno reso famosa la regione nel mondo, illustreranno le performances economiche e produttive dell’Emilia-Romagna anche attraverso alcuni casi di successo imprenditoriale. Altrettanto farà lo Studio Iosa Ghini che a Miami ha restaurato il prestigioso building "Collection" con materiali di alta qualità forniti da imprese emiliano-romagnole.

Una mostra di prodotti di punta dell’industria regionale quali Ducati, Ferrari, La Perla, Tecnogym; una mostra di fotografie del cinema di Fellini e un’esposizione di quadri di importanti artisti emiliano-romagnoli faranno da cornice all’incontro in cui la Regione Emilia-Romagna si presenterà alla città di Miami. (Inform)


Vai a: