* INFORM *

INFORM - N. 176 - 21 settembre 2002

Il tema del 21mo Festival Internazionale del Cinema di Vancouver

I differenti mondi di un unico pianeta

VANCOUVER - La coproduzione italo-canadese "Between Strangers" appare tra i 302 tra lungo e cortometraggi che saranno presentati al pubblico cinematografico tra il 26 settembre e l’11 ottobre nell’ambito del 21mo Vancouver International Film Festival. Alla speciale presentazione interverranno il regista Edoardo Ponti e la produttrice Gabriella Martinelli. "Between Strangers", ambientato e girato a Toronto, e’ stato evento speciale alla 59ma Mostra del Cinema di Venezia conclusasi l’8 settembre, evento speciale alla 26ma edizione del Festival des Films du Mond di Montreal chiuso il 2 settembre, ed evento specialissimo al 27mo Toronto International Film Festival testè conclusosi.

Edoardo Ponti - uno dei due figli della Loren, l’altro è direttore d’orchestra - è anche l’autore del testo: un dramma che descrive le storie separate ma parallele di tre donne di diverse generazioni, le cui vite cambiano radicalmente quando tentano di affrontare il loro passato. Olivia, Natalia e Maria sono interpretate rispettivamente da Sophia Loren, Mira Sorvino e Deborah Kara Unger. Tra i personaggi maschili Gerard Depardieu e Klaus Maria Brandauer. "Il film riguarda la ricerca di un proprio posto nel mondo - ha detto Ponti. -. Queste tre donne sono definitivamente sulla via della fioritura, per quanto penosa essa possa essere". Gli altri film italiani per ora in programma - grazie anche alla mediazione del locale Istituto Italiano di Cultura - sono: "Il più bel giorno della mia vita" di Cristina Comencini, "L’imbalsamatore" di Matteo Garrone e "Tornando a Casa" di Vincenzo Marra.

Cinquantadue i paesi partecipanti alla rassegna 2002, articolata in differenti sezioni, dai Canadians Films (ben 104 tra lungometraggi, documentari e shorts prodotti in Canada) al Cinema of Our Time (una selezione del miglior cinema prodotto nel mondo), da A Bow to Bollywood (inteso a celebrare la prolifica industria cinematografica indiana) all’ormai tradizionale Dragons and Tigers: The Cinema of East Asia, quest’anno presente a Vancouver con 42 produzioni. Non dimentichiamo che Vancouver è la capitale del Pacific Rim e che su questa costa canadese gravita l’oriente. Al VIFF c’è poi la sezione documentari, settantuno, tra cui due in prima mondiale nell’ambito del programma "Holding history accountable". Una speciale celebrazione è riservata al cinema francese. Tre i gala: l’opening del 26 settembre con il film francese "8 Femmes", l’anniversary di sabato 5 ottobre con il canadese "Bollywood/Hollywood" e il closing-gala dell’11 ottobre con l’attesissimo made in Usa "Far from Heaven". (Anna Maria Zampieri-Inform)


Vai a: