* INFORM *

INFORM - N. 174 - 18 settembre 2002

Lucchesi nel Mondo - Numerosi gli emigrati presenti alle manifestazioni di settembre

LUCCA - Come ogni settembre sono state numerose le iniziative organizzate dall'Associazione Lucchesi nel Mondo e rivolte in particolar modo ai tanti lucchesi all'estero che rientrano in questo periodo in provincia in occasione delle festività legate alla Santa Croce. Giovedì 12 si è svolto presso il teatro di San Girolamo, a Lucca, il tradizionale Concerto lirico di Santa Croce. Il legame fra i Lucchesi nel Mondo e la musica lirica si impernia sulla figura e sull'opera di Giacomo Puccini, dal cui repertorio, ogni anno, vengono scelte prevalentemente le musiche e le arie dei concerti.

Giacomo Puccini è quasi un simbolo dell'emigrazione lucchese. Uomo che visse negli anni del grande esodo, provò nell'animo la sofferenza del distacco dai cari, dal proprio fratello, emigrato in Sud America in cerca di miglior fortuna. Ed alcuni aspetti legati al dramma dell'emigrazione furono da lui abilmente trasposti in quella mirabile opera che è La Fanciulla del West.

Senza parlare poi di quello che la sua fama ed il successo delle sue opere significarono per i tanti nostri connazionali, che all'estero soffrirono spesso i disagi legati al difficile inserimento in un mondo ed in una società straniera tanto lontana da quella dove erano nati e cresciuti.

Fu anche e soprattutto nella consapevolezza di ciò, che la nipote del Maestro, Alba Del Panta Franceschini, figlia di Ramele, sorella prediletta di Giacomo, e gli eredi di sua sorella, Nelda Giaccai Franceschini, preoccupati che i cimeli del grande compositore potessero andare dispersi, decisero di donare quanto in loro possesso all'Associazione Lucchesi nel mondo, la quale si impegnò all'acquisto della casa di Celle, già dimora dei Puccini, dove tali cimeli dovevano essere conservati per espressa richiesta dei donatori.

Ecco che nacque così, grazie al fondamentale contributo della Cassa di risparmio di Lucca, il Museo di Celle. La sua inaugurazione avvenne il 24 novembre 1973 con un prestigioso concerto al Teatro del Giglio, durante il quale si esibirono la soprano Raina Kabaivanska, il tenore Carlo Bergonzi, il basso Franco Calabresi sotto la direzione del Maestro Maurizio Arena.

Il concerto ebbe allora tanto successo che fu trasmesso per ben tre volte dalla RAI e le immagini fecero il giro di tutte le sedi dell’Associazione all’estero. Da quel momento non si è mai interrotta l'attività "musicale" dell'Associazione; anzi è cresciuta in questi ultimi due anni, ovvero da quando, ai due concerti organizzati presso lo stesso Museo di Celle, si è iniziato ad allestire a Lucca il Concerto di Settembre.

Dopo questo importante appuntamento, il giorno 13 settembre, come da consuetudine, tutti i Lucchesi nel mondo si sono ritrovati a Villa Bottini per la consueta riunione che precede la processione del Volto Santo. Alla presenza delle maggiori autorità cittadine e di tutti i rappresentanti dei Circoli esteri il Presidente ha ricordato la nascita dell'Associazione e, dopo aver accennato ai prossimi progetti in studio, ha dato la parola ad alcuni Presidente delle Associazioni dell'estero. Al termine dell'incontro, tutte le delegazioni, ciascuna con il proprio labaro, hanno reso omaggio al Volto santo, partecipando alla tradizionale processione. (Inform)


Vai a: