* INFORM *

INFORM - N. 173 - 17 settembre 2002

Cooperazione allo sviluppo in Trentino: bilancio positivo per il 2002

TRENTO - Si è tenuta alla presenza dell’assessore provinciale alla cooperazione allo sviluppo Remo Andreolli, accompagnato dirigenti e dai tecnici della Provincia autonoma di Trento, l’assemblea annuale delle associazioni di volontariato che nei paesi poveri, in Asia, Africa, America Latina e Europa orientale, oltre 120 secondo l’ultimo censimento. Una realtà che in Trentino è particolarmente vivace ed articolata: lo prova il fatto che nel 2002 sono pervenute alla Provincia autonoma ben 85 domande di sostegno, per i diversi progetti elaborati. Si va dalla costruzione di pozzi, abitazioni o strade alla realizzazione di scuole o alla fornitura di materiale didattico, dalle iniziative di formazione rivolte in particolare ai soggetti più deboli (ad esempio alle donne) ai progetti di recupero dei bambini di strada, fino a quegli interventi che puntano a sviluppare le economie locali e a migliorare le condizioni di reddito delle famiglie. Senza dimenticare peraltro le iniziative rivolte alla formazione dei cooperanti trentini chiamati a dare il loro contributo diretto nelle zone interessate dai diversi progetti.

"Ciò dimostra – ha detto l’assessore Andreolli – che anche un territorio piccolo come il nostro può dare un contributo importante alla costruzione di un mondo più equo e più giusto, ed insieme alla prosecuzione del grande dibattito sulla cosiddetta globalizzazione".

In totale nel 2002 sono stati finanziati finora 65 progetti: 28 progetti di cooperazione allo sviluppo, 31 microazioni, 4 progetti di educazione e due di formazione, per un contributo pubblico complessivo di Euro 1.505.419,09 a fronte di un costo complessivo di Euro 4.312.463,68. recentemente la Giunta ha recuperato dal Bilancio altre risorse da destinare ai contributi per i progetti 2002 non ancora finanziati. Questo comunque non esaurisce il quadro degli interventi realizzati. Sempre nel 2002 sono pervenute infatti anche 5 domande per interventi di emergenza, di cui tre sono state finanziate per un totale di Euro 76.196,00 (le altre due sono attualmente in fase istruttoria).

Per quanto riguarda gli interventi diretti della Provincia autonoma, nel 2002 sono stati realizzati 3 interventi di cooperazione allo sviluppo (due nei Balcani e uno in Tibet) per una spesa complessiva di Euro 334.290,00, e sono stati finanziati due interventi di scambio: uno tra 8 sindaci dello Stato di Santa Caterina (Brasile) e altrettanti Comuni trentini, uno per approfondire la tematica del Bilancio Partecipativo (World Social Agenda). Sono attualmente in via di definizione interventi diretti della Provincia autonoma in Brasile, Cuba, Colombia e Vietnam, e per quanto riguarda l’emergenza è in via di definizione un intervento in Palestina per un costo di circa Euro 35.000,00.

Nel 2002 è proseguita infine l’attività di formazione iniziata nel 1998, in collaborazione con l’Università delle Istituzioni dei Popoli per la Pace di Rovereto. Il corso base è stato frequentato da 22 aspiranti volontari, ed è stato anche realizzato un seminario di approfondimento sulla cooperazione decentrata. Nel prossimo autunno saranno proposti altri tre seminari: sulle adozioni a distanza, sugli interventi nell’emergenza, sulle attività di comunicazione delle associazioni. Il 27 settembre prenderà avvio infine il "Laboratorio di progettazione" dove i responsabili degli organismi di volontariato potranno trovare un valido supporto tecnico e una consulenza qualificata per la predisposizione ed elaborazione dei propri progetti. (Inform)


Vai a: