* INFORM *

INFORM - N. 171 - 14 settembre 2002

La Toscana per l’Argentina: dalla solidarietà alle occasioni di sviluppo

FIRENZE - La Regione Toscana si è mossa subito di fronte al dramma argentino, cercando, innanzitutto, di far sentire la solidarietà di tutta la società toscana alla più grande delle nostre comunità all’estero. Ma il governo toscano ha cercato anche di orientare subito la sua azione in modo da offrire un sostegno non legato al solo momento dell’emergenza ma puntando su progetti di cooperazione, sulla formazione, sul microcredito. Il risultato è stato il Programma di interventi in favore dell’Argentina che, su proposta dell’assessore regionale ai rapporti con le comunità toscane all’estero, Mariella Zoppi, la giunta ha approvato nell’aprile scorso.

Proprio in questi giorni la giunta approverà la delibera che assegna circa 117mila euro quale quota parte della Toscana al Fondo comune interregionale deciso dalla Conferenza dei presidenti di Regioni e delle Province autonome per interventi a favore dei cittadini italo-argentini. E’ già partito, invece, il progetto "Le strade del vino nelle Ande", che coinvolge, insieme alla Regione Toscana, alle Province di Arezzo e Grosseto e all’Apet, la Provincia argentina di Mendoza e quella cilena di Valparaiso. Si tratta di un’iniziativa - rivolta in particolare a giovani e piccoli imprenditori e che può contare su risorse per 25mila euro - mirata alla valorizzazione di produzioni di qualità e alla nascita di attività di agriturismo attraverso la formazione di operatori del settore. Il progetto ha anche consentito la partecipazione di alcuni imprenditori vitivinicoli del Mendoza al Vinitaly di Verona. Nell’ambito della convenzione tra Regione e Banca Etica, è invece partito un primo progetto per la creazione di un fondo di credito per la micro e la piccola impresa, che finanzia lo studio di fattibilità, le attività di formazione degli opearatori locali e un primo gruppo di microimprese.

La Toscana si è mossa anche sul fronte degli aiuti sanitari. Agli ospedali pubblici di Mendoza, attraverso il Consolato italiano e con la supervisione dell’Associazione toscana di Mendoza, sono stati consegnati medicinali per 25mila euro, mentre farmaci per 10mila euro sono stati forniti all’Ospedale pediatrico di Buenos Aires.

Nel quadro del Piano di attività 2002 per i toscani nel mondo sono state inoltre vincolate risorse specifiche, destinate all’Argentina, per le borse di formazione professionale "Mario Olla" (ai ragazzi provenienti dall’Argentina viene corrisposto il rimborso totale delle spese di viaggio), per i master post-universitari e per interventi a favore di anziani e bisognosi.

E’ stato infine costituito un un tavolo regionale di coordinamento – presieduto dal presidente della Provincia di Lucca - al quale partecipano enti locali, associazioni, centri di formazione con il compito di promuovere e coordinare le iniziative. (af-Inform)


Vai a: