* INFORM *

INFORM - N. 168 - 10 settembre 2002

Una iniziativa del giornale "Clic Donne 2000

A Francoforte un seminario sul voto all’estero: "Nuove vie per l’impegno politico delle donne"

FRANCOFORTE - "Il voto all’estero. Nuove vie per l’impegno politico delle donne",: questo è il titolo del Seminario che si è tenuto nella sede dell’Eva Frauen Zentrum" di Francoforte il 7 settembre, promosso dal giornale Clic Donne 2000. Si è confermato così il ruolo che questo giornale delle donne italiane in Germania svolge nella riflessione sulle tematiche politiche delle donne.

In apertura dei lavori - coordinati da Maria Grazia Bianchi Schaeffer - Teresa Baronchelli (CGIE Germania) ha tenuto la relazione su "Quale consapevolezza può portare alla comunità italiana la legge sul voto all’estero" e ha sottolineato che "l’avvenimento è sicuramente una grande conquista democratica, un atto di giustizia dovuto e un segnale di nuova attenzione, considerazione e valorizzazione delle comunità all’estero. È qui che la società civile deve accettare la sfida che le viene presentata e giocare con determinazione un ruolo di impegno e di partecipazione ".

Marina Demaria, consigliere comunale dei verdi, ha sottolineato che, anche nel rispetto del voto all’estero, è la Germania il vero luogo politico decisionale. Il voto all’estero arriva con gran ritardo e non ha più il peso politico di una volta. Il voto all’estero ci fa finire in un ghetto, mentre è tempo di imboccare la via della costruzione della politica all’interno delle istituzioni tedesche. Altro spunto di riflessione e di intervento è venuto dalla relazione di Rosa Maria Liguori Pace (consigliere comunale SPD) "Opportunità e prospettive per una politica di respiro europeo". La relatrice ha sottolineato quanto sia importante collocare questo avvenimento del voto degli italiani all’estero in una prospettiva europea.

Marcella Continanza, giornalista e direttrice di "Clic Donne 2000", ha ripercorso le tappe della stampa d’emigrazione, "vetro tra i diamanti", alla luce di una riflessione sull’attuale condizione dei media in Germania.

Parecchi interventi del pubblico, composto non solo dalle sostenitrici del giornale, ma da personalità della comunità italiana e dalla stampa locale. Il seminario si è chiuso con la proposta di fare di Clic Donne 2000 un "ponte europeo", veicolo di un’opinione pubblica delle donne e di farsi portavoce di altri seminari annuali sulle tematiche politiche delle donne. (M.C.-Inform)


Vai a: