* INFORM *

INFORM - N. 168 - 10 settembre 2002

Piano di interventi per i Toscani all’estero: un 2003 ricco di appuntamenti, positivi i risultati del 2002

AREZZO - Conferenza mondiale dei giovani, riunione del Consiglio dei toscani all'estero e iniziative per il venticinquennale della prima legge regionale dedicata ai problemi dell’emigrazione: è questo il ricco quadro di appuntamenti che attende per il 2003 il mondo delle comunità toscane all’estero. Lo ha presentato l’assessore regionale, Mariella Zoppi, nel corso di una conferenza stampa a margine dei lavori del Comitato direttivo dei Toscani all’estero presso il Palazzo della Provincia di Arezzo.

"Sarà un anno chiave per noi – ha spiegato l’assessore – La felice concomitanza tra l’appuntamento che vedrà per la seconda volta insieme, dopo la Conferenza di Montecatini nel 2000, ragazzi e ragazze toscani e di origine toscana e il venticinquennale della prima legge toscana sull’emigrazione costituirà un’occasione ideale per misurare il cammino percorso in questi anni. Una strada che, aperta dalla intuizioni di Mario Olla, ci ha portato a valorizzare sempre più le iniziative per i giovani e la crescita del movimento associativo dei toscani".

I lavori del Direttivo - un vero e proprio stato maggiore delle comunità toscane nel mondo, con 27 membri provenienti dall’estero (7 dall’Europa, 9 dal Sud America, 6 dal Nord America, 4 dall’Australia, 1 dall’Africa) e gli altri 18 in rappresentanza di enti locali, sindacati, patronati - sono iniziati con il saluto dell’assessore provinciale alla cultura, Camillo Brezzi, e del vicesindaco di Arezzo, Paolo Enrico Ammirati. La relazione del vicepresidente vicario del Comitato, Lorenzo Murgia, ha fatto il punto sul lavoro svolto nel corso del 2002. "I numeri del Piano di iniziative sono positivi – ha detto - Le attività destinate ai giovani - borse di studio "Olla" di formazione professionale, corsi di lingua e master post-universitari - sono andate benissimo, con quasi 120 ragazzi coinvolti, così come quelle per gli anziani. Senza contare - ha sottolineato - che quest’anno abbiamo anche messo in campo un serio impegno a sostegno dei toscani in Argentina".

Procede spedita, infatti, l’attuazione del Piano di interventi 2002 per i toscani all’estero. Le risorse sono state già impegnate per il 70 per cento (rispetto allo stanziamento iniziale di 671 mila euro, cui si è aggiunta una variazione di bilancio di altri 50 mila euro decisa anche per fronteggiare l’emergenza-Argentina), ma con molte iniziative proprio in questi giorni in dirittura d’arrivo, dalla terza tranche dei bandi per i cittadini disagiati del Sud America alle borse di studio "Mario Olla" al secondo ciclo di corsi di lingua e cultura italiana.

Particolarmente brillanti i risultati relativi alle iniziative per i giovani, che sempre più costituiscono l’architrave dell’azione della Regione verso le comunità toscane all’estero. Tra luglio e agosto si è svolto il primo ciclo di corsi di lingua e cultura italiana, ospitati a Siena, presso l’Università per stranieri, e a Viareggio, presso il Collegio Colombo. I partecipanti sono stati 71, con ragazzi provenienti dal Brasile (21), dall’Argentina (18), dagli Usa (18), dal Cile (3), dal Venezuela (3), dall’Uruguay (2) e uno per ciascun paese da Australia, Canada, Nigeria, Sud Africa, Belgio e Svizzera. Per il secondo ciclo, che si svolgerà nel gennaio 2003 a Siena, sono giunte 33 domande (9 dall’Australia, 19 dall’Argentina, 2 dal Brasile e 1 dall’Uruguay) per 26 posti disponibili. Partiranno invece tra settembre e ottobre le borse di studio di formazione professionale "Mario Olla", con una durata tra i 90 e i 180 giorni. Sono 15 i giovani stagisti - 11 argentini, 2 uruguayani, 1 australiano, 1 brasiliano - che frequenteranno corsi di restauro di pitture, restauro architettonico, ceramica, ristorazione, falegnameria, oreficeria, servizi alla persona, modellistica, metalmeccanica. Per quanto riguarda i due master post-universitari in "Management dell'innovazione" e "Gestione e controllo dell'ambiente", organizzati insieme alla Scuola S.Anna di Pisa e alla Camera di commercio di Firenze, si stanno concludendo i corsi banditi nel 2001, mentre il bando per i corsi che inizieranno nel novembre prossimo scade il 13 settembre.

Per gli interventi di carattere sociale, sono stati assegnati 16 contributi per rientri definitivi; mentre 26 sono gli anziani - provenienti da Argentina, Cile, Venezuela, Australia, Sud Africa, Uruguay - che, a partire dalle prossime settimane, parteciperanno al programma di soggiorni nei luoghi di origine. Esaurita invece la prima tranche di contributi ai cittadini disagiati del Sud America: ne sono stati assegnati 17. Per la seconda tranche sono arrivate 33 domande, mentre il bando per la terza scadrà nel prossimo novembre.

Importanti risorse (oltre 117mila euro) sono state impegnate per il funzionamento dei Coordinamenti continentali e delle Associazioni, per programmi di iniziativa culturale ma anche di informatizzazione. Sul piano dell’attività di ricerca e documentazione, è partito il progetto per la rilevazione di archivi sull’emigrazione nei Comuni toscani, mentre la mostra "Gente di Toscana" ha fatto tappa quest’anno a New York, San Francisco, Bruxelles e Portland con Salem e San Mateo pronte a partire. (af-Inform)


Vai a: