* INFORM *

INFORM - N. 164 - 5 settembre 2002

Alla seconda edizione il "Premio per gli Italiani nel mondo".Una serata evento all'insegna dell'italianità e dello spettacolo

ROMA - "Questo evento mi rende orgoglioso e fiero. Non possiamo infatti dimenticare che la politica dell'italianità va fatta anche con i sentimenti e con il cuore. Io mi sforzo di far comprendere tutto questo ad una classe dirigente che per troppi anni ha dimenticato gli italiani all'estero ed il ricco potenziale espresso dalle nostre comunità nel mondo. Nell'ambito della manifestazione verrà comunque dato il giusto rilievo - e di questo ringrazio gli organizzatori della serata - sia agli italiani che vivono nella sofferenza, sia ai nostri connazionali che hanno superato le difficoltà e si sono affermati nel mondo". Con queste parole il Ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia ha presentato a Palazzo Chigi agli operatori dell'informazione la seconda edizione del "Premio per gli Italiani nel Mondo".

Una manifestazione - istituita dalla Fondazione Marzio Tremaglia al fine di valorizzare i nostri connazionali all'estero che onorano l'Italia con i loro successi nel campo della cultura dell'arte e della scienza - che è caratterizzata, la sera del 6 settembre presso il prestigioso complesso del Vittoriano, dalla presenza di importanti esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo italiano. Oltre ai vincitori prendono infatti parte all'evento - la serata sarà trasmessa il 12 settembre da Rai Uno e verrà diffusa a partire dal 13 settembre anche da Rai International - gli attori Alberto Sordi e Giancarlo Giannini (a quest'ultimo spetterà il compito di consegnare il premio alla signora Sandra Meucci), il soprano Katia Ricciarelli e Gian Luca Terranova che eseguiranno brani tratti dalla commedia musicale "Caruso". La musica leggera sarà invece rappresentata dall'artista napoletano Gigi D'Alessio e dalla giovane Anna Tatangelo.

All’evento - l'iniziativa è promossa dal Ministero per gli Italiani nel mondo in collaborazione con la Provincia di Roma, la Regione Lazio, il Comune di Roma ed il Ministero per i Beni e le attività culturali - saranno inoltre presenti, per ricordare Marcinelle, gli attori Maria Grazia Cucinotta e Claudio Amendola: i protagonisti della nuova fiction, prodotta dalla Rai, che porterà sul piccolo schermo la tragedia della miniera di Bios Du Cazier. Una ricca scaletta che verrà completata dall'attiva partecipazione del coro "Matite Colorate", tanti bambini diretti dal Maestro Neri, e dalla banda dell'Arma dei Carabinieri.

"Quando tanti disperati arrivano sulle nostre coste - ha proseguito Tremaglia ricordando il dramma dei rifugiati che ogni giorno approdano in Italia - non dobbiamo dimenticare la nostra storia migratoria e di come l'accoglienza e la solidarietà rappresentino dei valori di civiltà e di umanità… In questo contesto - ha sottolineato il Ministro dopo aver espresso dispiacere e forte commozione per la recente scomparsa del Vice Segretario Generale del CGIE per l'area latino-americana Antonio Macrì - non posso fare a meno di rivolgere un pensiero all'Argentina. Un Paese a cui siamo vicini non solo con le parole, ma anche con le opere. Per far fronte alla crisi abbiamo infatti costituito una speciale unità di coordinamento di tutte le Regioni italiane. La nostra sarà un'azione vera, effettiva, necessaria ed indispensabile perché noi dobbiamo molto a questo grande Paese d'accoglienza dove metà della popolazione è di origine italiana e dove risiedono 598.000 cittadini italiani. In questo contesto, al fine di fronteggiare la crisi, abbiamo previsto sia la creazione di una corsia preferenziale per quelli che decideranno di tornare in Italia, sia la sospensione del servizio di leva per i giovani italiani d'Argentina. Noi non stiamo portando avanti una politica del ritorno ma posso affermare - ha concluso Tremaglia ricordando la necessità di fronteggiare l'emergenza con azioni concrete - che troveremo un posto di lavoro agli italiani che faranno ritorno in Patria".

Nell’incontro con la stampa a Palazzo Chigi sono inoltre stati presentati i nostri connazionali che, durante la serata evento, riceveranno il premio. Spiccano i nomi dello scienziato italo-cileno Juan Antonio Garbarino, il noto chimico di origini liguri che nel 2002 ha ricevuto il premio della Divulgazione Scientifica dal Consiglio Nazionale delle Ricerche; del Presidente del canale pubblico televisivo multietnico dell'Australia (SBS) Carla Zampatti, la prima disegnatrice di moda a firmare il progetto di una nuova auto; del Presidente dell'Agenzia Transatlantica Argentina Lidia Sartoris Angeli, una donna dalle spiccate qualità manageriali che dirige l'Organizzazione Argentina delle Donne Imprenditrici (O.A.M.E.); del Presidente della Camera di Commercio Argentina Luigi Pallaro, noto dirigente d'azienda creatore dell'Associazione Padovani nel Mondo; del fondatore del Columbus Center di Toronto Alberto Di Giovanni (una struttura didattica d'avanguardia con 80 insegnanti madrelingua che accoglie oltre 30.000 studenti). Sempre per quanto concerne l'Argentina verrà premiato il Presidente della "Radio Italiana in Argentina" Domenico Pugliese, noto economista di origine calabrese fondatore di un'associazione che fornisce assistenza sanitaria ai centri più poveri, e sarà consegnato un riconoscimento "alla memoria" al figlio di Antonio Macrì. Il compianto esponente del CGIE per molti anni ha presieduto l'Ospedale Italiano di Buenos Aires e la Fondazione Culturale Coliseum.

Tra i premiati vi sono inoltre il Capo dei Vigili del Fuoco di New York Daniel Nigro - a questo "eroe dell'11 settembre" verrà consegnato anche uno speciale riconoscimento per l'ex Sindaco della grande mela Rudolph Giuliani che non potrà intervenire alla manifestazione -; la missionaria laica del Brasile Rosa Branbilla, fondatrice dell'Associazione Volontari per il Servizio Internazionale che aiuta ogni anno oltre 2000 bambini; Lord Charles Forte, fondatore di vero e proprio impero economico nel campo alberghiero e della ristorazione (il premio sarà ritirato dal figlio Sir Charles Forte); il celebre attore italo americano Ben Gazzarra, un artista di grandi doti interpretative che ha raggiunto l'apice del successo con il film " Anatomia di un delitto " del regista Otto Preminger.

Nel corso della serata verranno infine consegnati riconoscimenti speciali a Sandra Meucci - la discendente dello sfortunato inventore del telefono Antonio Meucci - e alla "First Lady" della cucina mondiale Lidia M. Bastianich: uno chef di livello internazionale che conduce negli Stati Uniti un noto programma televisivo ritrasmesso in tutto il mondo e che quest'anno ha ricevuto il massimo riconoscimento mondiale e cioè l'ambito "James Beard Foundation Award". (Lorenzo Zita-Inform)


Vai a: