* INFORM *

INFORM - N. 162 - 3 settembre 2002

Bellunesi nel Mondo - A Sedico la prima Giornata della memoria

BELLUNO - Si è svolta a Sedico sabato 31 agosto, con grande solennità, la prima Giornata provinciale alla memoria dei emigranti deceduti all’estero sul lavoro, organizzata dal Comune di Sedico, dall’Amministrazione provinciale di Belluno e dall’Associazione Bellunesi nel Mondo.

Dopo la deposizione di una corona al monumento ai caduti sul lavoro e in emigrazione, è stata concelebrata una Messa nella parrocchiale da mons. Mario Carlin, mons. Umberto Antoniol e don Domenico Cassol, tutti sacerdoti vicini da anni al mondo degli emigranti. All’omelia, mons. Carlin, già delegato diocesano all’emigrazione, ha ricordato con parole forti come, dalle tante tragedie che hanno colpito l’emigrazione italiana e bellunese in particolare, sia nata nel 1966 l’Associazione emigranti bellunesi.

Successivamente, nel Palazzo dei Servizi, dopo il saluto degli organizzatori, è stata presentata una drammatica sintesi filmata dei servizi informativi che la televisione svizzera ha dedicato in particolare alle tragedie di Mattmark e Robiei, con testimonianze dal vivo, interviste e commenti sugli eventi. E’ seguita quindi la commemorazione ufficiale con una relazione del prof. Luigi Zanolli, Presidente nazionale delle ACLI in Svizzera.

Si è trattato di un profondo, toccante e coinvolgente riepilogo dei fatti di Marcinelle, Mattmark e Robiei, tragiche vicende dell’emigrazione italiana, non dimenticando peraltro le tante altre morti individuali che hanno segnato la storia del lavoro italiano all’estero: una ridda di numeri e di croci…

Un interessante ed esauriente lavoro di ricerca che verrà a breve raccolto in una pubblicazione dagli organizzatori dell’evento. E’ intenzione dell’ABM riproporre la giornata anche negli anni prossimi, in forma itinerante tra i vari Comuni della Provincia. (Inform)


Vai a: