* INFORM *

INFORM - N. 162 - 3 settembre 2002

In memoria di Antonio Macrì

MAR DEL PLATA - La morte di Antonio Macrì rappresenta, senza dubbio, una grande perdita per la collettività italiana, specialmente quella dell'Argentina. La sua dedizione, capacità e perché no il suo pragmatismo nelle comprensione e soluzione dei problemi a favore dei nostri connazionali costituiscono un ricordo che non potrò mai scordare.

Ho avuto l'occasione di partecipare alle sue esequie e nel contemplare il suo viso sereno e tranquillo mi sono venuti alla memoria i bei momenti trascorsi insieme; voglio ricordarlo così com'era, preoccupato per la difficile situazione che stanno attraversando i nostri connazionali, appassionato nella lotta per la tutela dei lori diritti ma, nello stesso tempo, dotato di un grande spirito umoristico: le sue conoscenze del cinema; i suoi aneddoti, le sue barzellette. Come dimenticare quella sera che a Rio de Janeiro salì su un sedia del ristorante e dirigendoci in coro cantammo insieme tante canzoni italiane tra lo sguardo attonito degli altri commensali? Questo è il Tonino che voglio ricordare. (Avv. Adriano Toniut, Consigliere CGIE Argentina)

Inform


Vai a: