* INFORM *

INFORM - N. 161 - 2 settembre 2002

La "Dante Alighieri" di Mosca compie dieci anni di attività in favore della cultura italiana

MOSCA - Con una splendida celebrazione svoltasi nel parco pubblico "Giardini Ermitage", nel centro storico di Mosca, il Comitato della "Dante Alighieri" locale ha festeggiato il suo primo decennio di attività per la diffusione della lingua e della cultura italiane.

Nello spazio impreziosito dall’effigie marmorea di Dante, scolpita dal compianto artista Rinaldo Piras ed inaugurata due anni fa da Carlo Azeglio Ciampi quale testimonianza di forte collaborazione tra Italia e Russia, due giovani attori del Teatro d’Arte di Mosca hanno recitato delle poesie italiane e russe dedicate al sommo poeta toscano.

I festeggiamenti sono proseguiti nella Biblioteca municipale, dove è stata illustrata la storia del Comitato con numerose fotografie e locandine delle principali iniziative dedicate al nostro Paese. Una parte della mostra è stata, inoltre, riservata all’attività delle oltre 500 sedi della "Dante" che operano nei cinque continenti.

All’iniziativa hanno partecipato diversi rappresentanti delle Istituzioni locali e l’Ambasciatore d’Italia in Russia, Gianfranco Facco Bonetti, che ha portato i saluti del Presidente della Società, Ambasciatore Bruno Bottai. Un telegramma di saluto è giunto anche dal Segretario Generale della "Dante", dott. Alessandro Masi.

Si intensifica ulteriormente, quindi, il rapporto tra Italia e Russia, rafforzato dalla donazione del busto dell’artista Rinaldo Piras e dalla continua attività della "Dante Alighieri" di Mosca. (Inform)


Vai a: