* INFORM *

INFORM - N. 156 - 6 agosto 2002

Appello a Friuli nel Mondo: "Nessuna discriminazione per i Friulani di Argentina"

BUENOS AIRES – "Mi rivolgo a Voi per manifestarvi che ripudiamo ogni attitudine discriminante fatta contro i discendenti di Friulani in Argentina". Franco Arena, AM 990 Radio Splendid, vice presidente Stampa Italiana Radio e Televisione in Argentina, si rivolge con una lettera aperta ai "Signori Dirigenti di Friuli nel Mondo", segnalando il disagio, specialmente da parte dei giovani, espresso attraverso le tantissime telefonate ricevute da Radio Splendid, nei confronti della normativa regionale che verrebbe applicata da Friuli nel Mondo, un’attitudine "che non concorda in nessun modo con la funzione per cui è stata creata l’associazione Friuli nel Mondo".

"Come è noto a tutti – prosegue Franco Arena -, quando gli emigranti d’origine italiana arrivarono in Argentina, non gli si chiedeva l’origine e nemmeno gli si ostacolava per il loro svolgimento lavorativo e sociale, anzi, l'Argentina aprì le sue braccia e fu generosa con loro.

"Non chiediamo che ci sia regalato un benessere senza sacrifici, ma chiediamo ci sia offerto un'occasione per avviare l’attività lavorativa a chi va in cerca di nuovi orizzonti, questione che milioni d’italiani l’hanno fatto nell’ ultimo secolo emigrando a molti paesi del mondo, sfuggendo dalla miseria e dalla guerra, e dove oggi formano un’Italia fuori dall’Italia, che porta con sé innumerevoli benefici per la nostra amata Patria, l'Italia.

"Friuli nel Mondo, sicuramente riceve sussidi del Governo italiano, questi dovrebbero essere utilizzati con dignità per soddisfare e per dare risposte esaurienti senza discriminare i discendenti friulani, cosa che non sta' succedendo, e lo comproviamo con le tantissime telefonate di lamenti dove si mette in chiaro la cattiva cortesia riservata alla nostra gente, come pure, a persone che, stando in Friuli, si sono rivolti ai Vostri uffici, a volte chiedendo l'aiuto solo di qualche pratica… ricevendo solo risposte sgarbate.

Speriamo in una vostra riflessione alle suddette attitudini e che sappiate essere solidali con la situazione economica e sociale che stanno soffrendo cento di mille discendenti italiani in Argentina, paese - conclude _Franco Arena - dove hanno portato educazione civica, onestà e cultura, la maggior parte delle generazioni italiche".

______________

Nel pubblicare l’appello-denuncia di Franco Arena, auspichiamo una pronta e convincente risposta da parte dell’Ente Friuli nel Mondo a quelli che riteniamo siano degli equivoci, eventualmente determinati da situazioni locali non a conoscenza dei massimi dirigenti dell’Ente. (Inform)


Vai a: