* INFORM *

INFORM - N. 147 - 23 luglio 2002

Sui seggi vacanti della Camera una dichiarazione di Gianni Pittella (DS)

MELBOURNE - L’on. Gianni Pittella, accompagnato dal membro della Presidenza del CGIE, Marco Fedi, ha incontrato i componenti del Com.It.Es. della circoscrizione del Victoria e della Tasmania con i quali ha esaminato le tematiche relative alla comunità italiana.

Particolare preoccupazione è stata espressa in rapporto al completamento e all’aggiornamento dell’anagrafe che è condizione indispensabile per la programmazione degli interventi in favore degli italiani all’estero e per lo svolgimento corretto del voto previsto dalla nuova legge.

Analoga preoccupazione è stata sottolineata in rapporto alla condizione della rete consolare, sia per quanto riguarda il personale che le strutture. A tal proposito è stata evidenziata la grave carenza di personale qualificato, di attrezzature e risorse informatiche e di spazi ufficio adeguati.

Commentando tale situazione, l’on. Pittella, responsabile dei Democratici di sinistra per gli italiani all’estero, ha dichiarato: "sono questi i veri ed urgenti problemi a cui deve dare risposte il Governo italiano che invece si trastulla su impraticabili percorsi elettorali, come quello rilanciato dal Ministro Tremaglia per la copertura dei 12 posti vacanti alla Camera. Non può sfuggire al Ministro e al Governo che con l’attuale anagrafe si celebrerebbero elezioni truccate, con una platea di presunti aventi diritto composta da persone scomparse, trasferite o inesistenti". (Inform)


Vai a: