* INFORM *

INFORM - N. 146 - 22 luglio 2002

Il Ministro Tremaglia in Canada

Al Centro Leonardo da Vinci di Montreal la calorosa accoglienza dei connazionali. Primi incontri a Toronto.

TORONTO - La prima giornata della visita di Mirko Tremaglia in terra canadese è iniziata, domenica 21 luglio, con la messa nella chiesa italiana della Madonna della Difesa, situata nella Petite Italie di Montreal. Poi il ministro per gli Italiani nel mondo si è recato alla Casa d’Italia che è il punto di riferimento storico degli italiani sin dagli anni della grande emigrazione del Novecento, dove ha incontrato alcuni esponenti della comunità. Ma è al Centro Leonardo da Vinci che c’è stato l’abbraccio di centinaia e centinaia di connnazionali. Nell’auditorium Tremaglia ha parlato dei suoi programmi, dei risultati raggiunti e delle nuove battaglie e i connazionali hanno avanzato le loro richieste. Il ministro si è mostrato contentissimo dell’abbraccio della comunità: c’era un ottimo clima in sala, critiche non ce ne sono state, solo applausi, niente polemiche.

La richiesta più pressante è, in questo momento, quella di avere a disposizione Rai International 24 ore su 24: il ministro è stato categorico promettendo il suo massimo impegno per risolvere la questione e in quel momento c’è stata una vera e propria ovazione. Tra gli altri punti il ripristino di collegamenti diretti Roma Montreal da parte dell’Alitalia, l’informazione di ritorno e le facilitazioni per il riacquisto della cittadinanza.

Su tutti questi temi Tremaglia ha assicurato la continuità del suo impegno. Ha ricordato, tra l’altro, che sta preparando un disegno di legge per dare soluzione alla questione del mancato quorum alla Camera attraverso l’elezione, sin da questa legislatura, dei rappresentanti degli italiani all’estero; anzi, proprio in questi giorni sta lavorando alla messa a punto del provvedimento.

La visita di Tremaglia a Montreal è proseguita con un incontro conviviale con i componenti del Comites ed altri esponenti della comunità, quindi si è recato all’ospedale italiano Santa Cabrini ed in serata è partito per Toronto.

Lunedì 22 Tremaglia ha visitato un’azienda vinicola vicino alle Cascate del Niagara, che è gestita da Pillitteri, un italocanadese di origine siciliana che è anche membro del Parlamento federale. Questi gli altri impegni della prima giornata di permanenza a Toronto: nel tardo pomeriggio a Woodbridge, una delle tre Little Italy di Toronto, la deposizione di una corona al monumento all’Italiano caduto sul lavoro; quindi, sempre a Woodbridge, l’incontro con esponenti della comunità e la consegna di medaglie a personalità italo-canadesi. (Inform)


Vai a: