* INFORM *

INFORM - N. 144 - 19 luglio 2002

Si è riunita a Roma la Commissione culturale italo-svizzera

ROMA - La Commissione culturale consultiva italo-svizzera si è riunita il 18 e 19 luglio a Roma, presso il Ministero degli Affari Esteri. La delegazione italiana è stata guidata dal Direttore Generale per la Promozione e la Cooperazione culturale della Farnesina, Francesco Aloisi, quella svizzera dal Vice Cancelliere Achille Casanova.

I rapporti culturali fra i due paesi – che la Commissione ha passato in rassegna - sono intensi e proficui. In campo universitario, oltre che per alcune nuove iniziative di collaborazione la Commissione ha espresso viva soddisfazione per l’entrata in vigore, lo scorso anno, dell’accordo sul reciproco riconoscimento dei titoli universitari, che permetterà di favorire la mobilità di studenti e ricercatori.

L’insegnamento dell’italiano in Svizzera è stato oggetto di particolare attenzione. La delegazione svizzera ha illustrato il progetto di legge federale sulle lingue che prevede il quadrilinguismo, in base a quanto stabilito dalla Costituzione federale, e intende promuovere la comprensione tra le varie comunità linguistiche del paese.

Da parte italiana è stata sottolineata la necessità di migliorare la situazione dei corsi di lingua e cultura italiana per i figli dei cittadini italiani residenti in Svizzera, in sintonia con le decisioni adottate dalla Commissione italo-svizzera per i problemi educativi.

La Commissione ha esaminato lo stato di avanzamento dell’iniziativa del Ministero degli Affari Esteri italiano per la "II Settimana della Lingua Italiana nel Mondo" (14-19 ottobre 2002), alla cui realizzazione sono associate quest’anno le autorità svizzere.

La Commissione, infine, si è impegnata a favorire, a livello sia bilaterale che multilaterale, la collaborazione nel campo della protezione dei beni culturali, finalizzata anche a impedire ogni loro illecita importazione, esportazione e trasferimento. (Inform)


Vai a: