* INFORM *

INFORM - N. 144 - 19 luglio 2002

Ciampi: "La sconfitta della mafia è possibile soltanto nella coesione e nell'unità degli italiani"

ROMA - "Sono trascorsi dieci anni dall'uccisione di Paolo Borsellino e degli agenti della sua scorta, poche settimane dopo la strage di Capaci. Rimangono intatti lo sdegno per quella barbara violenza e il dovere di onorare la loro memoria. Il 21 giugno scorso, al Teatro Massimo di Palermo, abbiamo ricordato con tanti giovani le vittime di queste stragi". E’ quanto afferma il Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, nel messaggio inviato nell’anniversario ad Agnese Borsellino.

"Il giudice Borsellino ha lottato con rigore e tenacia contro la criminalità organizzata. Ha operato nella consapevolezza che la sconfitta della mafia è possibile soltanto nella coesione e nell'unità degli italiani. La sua azione coraggiosa e il suo esempio – rileva infine il Capo dello Stato - hanno rafforzato l'impegno collettivo e hanno fatto nascere nelle coscienze degli italiani un più intenso modo di avvertire e praticare le responsabilità e i doveri verso lo Stato." (Inform)


Vai a: