* INFORM *

INFORM - N. 131 - 2 luglio 2002

L’Etruria toscana rivive con "La notte dell'Archeologia"

Presentata una nuova guida Touring per scoprire la "Toscana etrusca e romana"

FIRENZE - Per una notte l'Etruria toscana rivive attraverso mostre, filmati, conferenze, ma anche spettacoli e degustazioni. E' "La Notte dell'Archeologia", iniziativa promossa dalla Regione Toscana, in collaborazione con il Consiglio delle Autonomie, la Soprintendenza Archeologica e l'AMAT (Associazione Musei Archeologici della Toscana). Visto il successo ottenuto lo scorso anno (oltre 40 musei aderenti e circa 7500 visitatori), la Regione ha voluto ripetere l'esperienza arricchendola con la pubblicazione di una Guida, "Toscana etrusca e romana", coedita con il Touring Club Italiano.

La "Notte" vede quest'anno la partecipazione di 52 tra musei e parchi archeologici, disseminati in tutte le province della regione. E' prevista un'apertura straordinaria, dalle ore 21 fino alle 24 (ed in alcuni casi persino fino alle una di notte), con ingresso gratuito o biglietto ridotto. Ci saranno proiezioni di mediometraggi a tema archeologico, mostre integrative, conferenze, visite guidate e laboratori didattici, ma anche concerti, spettacoli itineranti e degustazioni gastronomiche di prodotti tipici. Ma le iniziative straordinarie non si limiteranno alla sola notte tra sabato 6 e domenica 7 luglio, saranno densi di eventi anche i giorni immediatamente precedenti o successivi. I musei organizzeranno una serie di eventi per intrattenere e coinvolgere i visitatori, tanto che si potrà parlare non solo di una "Notte", ma di una vera e propria "Settimana dell'Archeologia". "Il patrimonio archeologico della Toscana è vastissimo - ha detto l'assessore alla cultura Mariella Zoppi - ma spesso poco conosciuto. Il successo riscosso dalla 'Notte dell'Archeologia' lo scorso anno mostra quanta curiosità e quanto interesse questo 'mondo' possa suscitare".

"Alla nuova edizione – ha proseguito l'assessore - hanno aderito ben 52 musei, il 23% in più rispetto al 2001. Partendo dalla convinzione che l'archeologia rappresenti per la Toscana una grande potenzialità, economica oltre che culturale, e che debba essere valorizzata, abbiamo deciso di potenziare l'iniziativa, sia dal punto di vista temporale, sia nei contenuti. Non avremo solo l'apertura serale e gratuita dei musei, ma molte altre iniziative che mireranno a coinvolgere il visitatore, a fargli rivivere l'atmosfera, i suoni ed i sapori dell'antichità: ci saranno laboratori in cui bambini e genitori potranno realizzare con pietre e argilla veri e propri utensili 'primitivi', spettacoli musicali con danze e strumenti 'etruschi', cioè ricostruiti sulla base di quelli utilizzati dai popoli antichi e degustazioni di piatti preparati secondo antiche ricette".

Nell'ambito della manifestazione è stata presentata anche la nuova guida "Toscana etrusca e romana", volume curato dalla Soprintendenza per i beni archeologici e coedito dalla Regione Toscana e dal Touring Club Italiano con il contributo delle Banche Tesoriere della Regione. La guida, interamente a colori, raccoglie alcuni saggi opera di qualificati studiosi, un'approfondita panoramica sulla storia e la civiltà della Toscana etrusca e romana, 14 itinerari dettagliati con indicazioni su tutti i luoghi dell'Etruria toscana, 150 fotografie, 26 piante di città e di siti archeologici, 20 carte stradali e tematiche, oltre 500 indirizzi utili per il turista appassionato di archeologia ed una selezione di alberghi e ristoranti a cui fare riferimento. (pp-Inform)


Vai a: