* INFORM *

INFORM - N. 131 - 2 luglio 2002

"Italia Mondo": una voce nuova nella stampa dell’emigrazione

PRATOLA PELIGNA - Alla schiera dei periodici che si occupano dei problemi dell’emigrazione, viene ad aggiungersi una nuova testata: "Italia Mondo", un mensile che porta nel sottotitolo "Periodico di informazione e cultura per gli italiani nel mondo".

Poche parole programmatiche, ma estremamente impegnative e tali da richiedere uno sforzo non indifferente da parte di chi dovrà curarne la realizzazione.

Sono, in un certo senso, la sfida di chi si affaccia alla ribalta di una pubblicistica che coinvolge problemi della massima importanza, articolati in modi e forme diverse a seconda della parte del mondo che si vuole prendere in considerazione, praticamente tutto il mondo (di qui, la pertinenza del titolo "Italia Mondo"), poiché gli emigrati italiani sono dovunque, con particolari problemi e specifiche esigenze.

Il nuovo periodico già al primo impatto colpisce per l’ariosità dell’impostazione tipografica, per l’uso delle foto a colori (il bello non guasta mai), per il taglio agile ed essenziale degli articoli.

Esso segna l’ingresso in questo campo del giornalista Francesco De Bartolomeis, ricco dell’entusiasmo che è proprio dei giovani, ma anche di una valida professionalità che gli viene dall’ambiente familiare; suo padre, infatti, è Angelo De Bartolomeis, direttore del diffuso ed apprezzato mensile abruzzese "La voce dell’emigrante", che da circa trent’anni profonde le sue energie nella difesa dei diritti dei nostri connazionali all’estero. Francesco - se ci si consente la battuta - è cresciuto a pane ed emigrazione, respirata in famiglia da sempre. (Rino Panza-Inform)


Vai a: