* INFORM *

INFORM - N. 131 - 2 luglio 2002

Luigi Bobba al Consiglio Nazionale delle ACLI

Una sessione del Parlamento aperta al contributo della società civile per dare forza alla Convenzione per la Costituzione europea

ROMA - "Un appello ai presidenti di Camera e Senato per una sessione aperta dei lavori del Parlamento, espressamente dedicata ai temi della Convezione europea, nella quale siano protagonisti i rappresentanti della società civile organizzata, del volontariato e dell’associazionismo". Una proposta rilanciata dal Presidente Nazionale delle Acli, Luigi Bobba, durante la sua relazione al Consiglio Nazionale, conclusosi il 28 giugno a Roma.

"Proprio nei giorni scorsi a Bruxelles – ha continuato Bobba – la convenzione europea ha dedicato una sessione intera all’ascolto del contributo dei rappresentanti di oltre seicento reti associative di tutta Europa. Invito i Presidenti Pera e Casini a raccogliere il testimone da Bruxelles e convocare per la ripresa autunnale una iniziativa analoga del nostro Parlamento".

"L’Europa, infatti, con le sue istituzioni, le sue scadenze, le sue priorità, gli intrecci crescenti con gli altri paesi dell’Unione sono sempre più parte della vita quotidiana del Paese e proprio in questi anni ci troviamo a vivere una straordinaria serie di eventi e passaggi che saranno comunque determinanti per la storia futura nostra e del mondo intero".

"Il cuore del confronto – ha concluso Bobba – è naturalmente la Convenzione europea. C’è un punto chiave, ribadito recentemente anche negli incontri che le Acli hanno avuto con il Capo dello Stato e con il Presidente Casini: la necessità di valorizzare il dialogo civile, di dare voce ai cittadini, a partire dalla forza della società civile organizzata". (Inform)


Vai a: