* INFORM *

INFORM - N. 131 - 2 luglio 2002

Costalli a Strasburgo: MCL favorevole alla chiusura dell’accordo governo–sindacati sul mercato del lavoro

STRASBURGO - Parlando a Strasburgo in occasione di un Seminario Internazionale di Formazione, il Presidente Nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), Carlo Costalli, ha dichiarato: "In Italia si sono create le condizioni per chiudere l’accordo sulla riforma del mercato del lavoro".

"Positivi sono infatti i risultati finora raggiunti nel difficile negoziato e, in particolare:l’aumento di garanzie attraverso la riforma degli ammortizzatori sociali per i lavoratori senza tutela, sia per quanto riguarda il sostegno al reddito (aumentando l’indennità di disoccupazione), sia per le politiche attive per il reinserimento al lavoro; il rafforzamento della bilateralità;la riforma del collocamento e dei servizi pubblici e privati all’impiego; l’apertura del confronto per la definizione dello Statuto dei Lavori, al fine di estendere diritti e tutele ai lavoratori che oggi ne sono privi".

"Siamo vicini a CISL e UIL – ha proseguito Costalli – che hanno avuto il coraggio di riprendere il confronto con il Governo, perché la via del negoziato e del dialogo senza pregiudiziali politiche e di parte è la migliore garanzia per tutti, ed è foriera di risultati utili per la società intera. Questo del resto è il modo migliore per svelenire e rasserenare un clima che sta diventando troppo pesante". "E’ comunque veramente difficile – ha concluso il Presidente del MCL – sostenere che la posizione della CGIL di Cofferati, pur non volendola criminalizzare, sia una posizione puramente sindacale e non politica". (Inform)


Vai a: