* INFORM *

INFORM - N. 127 - 27 giugno 2002

Nell'Anno Internazionale della Montagna 2002

Sulle Dolomiti venete apre il "Museo fra le nuvole" con la collaborazione di Rehinold Messner

VENEZIA – Nel complesso restaurato di un fortino militare della prima guerra mondiale sulla vetta del Monte Rite (2.181 metri in Comune di Cibiana di Cadore, provincia di Belluno) sta per realizzarsi la più rilevante iniziativa mondiale legata all’Anno Internazionale delle Montagne 2002 decretato dall’Onu: è il Museo Internazionale delle Montagne – Museo fra le Nuvole, realizzato con 2 anni di lavoro e 7 miliardi di spesa, grazie alla collaborazione tra la Regione Veneto e il grande scalatore Rehinold Messner.

La struttura viene inaugurata nel fine settimana, con una "tre giorni" che comincia venerdì 28 a Pieve di Cadore con il Convegno internazionale "Vita e Valori in Montagna"; prosegue sabato 29 con la "vernice" in quota riservata alla stampa e alle autorità (presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Giancarlo Galan, l’assessore al turismo Floriano Pra e Messner); si conclude domenica 30 con l’apertura al pubblico, spettacoli folkloristici e degustazioni di prodotti tipici.

"E’ un sogno che si realizza – dice Pra – e che ci fu fatto balenare proprio da Messner: realizzare in alta quota un momento mondiale di cultura, storia e natura legato alle montagne. La Regione Veneto ha aderito senza tentennamenti: i veneti si sono occupati del contenitore, Messner del contenuto (quadri, sculture, testimonianze della storia e cultura delle montagne, un sentiero naturalistico nelle vicinanze). Lui l’ha definito giustamente ‘il mio quindicesimo 8.000’; per la Regione è stato il primo, e ora che siamo arrivati alla vetta la soddisfazione è enorme, anche perché la ‘cordata’ tra l’Istituzione e l’amico Messner ha funzionato a meraviglia!".

Il Museo più alto d’Europa comincia così il suo cammino nel firmamento dell’offerta mondiale di turismo ecocompatibile, dove l’amore per le montagne e la natura si sposa con l’arte, la cultura, la storia delle vette più belle del mondo. Sul Monte Rite si arriva con una facile escursione di circa 2 ore partendo da passo Cibiana (per chi non se la sente funzioneranno dei servizi navetta). In vetta ci attende il Museo, realizzato con un progetto avveniristico e al contempo rispettoso dell’esistente degli architetti dell’Istituto di Architettura di Venezia (IUAV), recuperando batteria, polveriera e altre strutture belliche, che ora ospitano ben altro che proiettili e cannoni. Sulla sommità dell’ormai ex forte, delle cupole costruite riproducendo la fusione di un cristallo di dolomia fungono da osservatorio sulle straordinarie vette circostanti; nelle vicinanze Messner ha realizzato anche un percorso naturalistico; sugli alpeggi della zona sono messi a dimora degli yak dell’Himalaya. "E’ una grande realizzazione – conclude Pra – che apre la via ad un nuovo modo di fare turismo in montagna, direi ad una nuova cultura della vacanza sui monti". (Inform)


Vai a: