* INFORM *

INFORM - N. 124 - 24 giugno 2002

Cinquecento trentini del Nord America a Trento per la 15a Convention ITTONA

TRENTO - Sono circa cinquecento gli iscritti alla Convention ITTONA, l’appuntamento che ogni due anni riunisce i Circoli degli emigrati trentini negli Stati Uniti e nel Canada, che ha preso il via a Trento domenica 23 giugno, sotto il grande tendone innalzato in piazza Dante, che ospiterà alcuni dei principali appuntamenti previsti dal programma.

La prima Convention risale al 1974 ad Hazleton (Pennsylvania) ed era stata promossa con l’intento di creare un’occasione d’incontro fra i trentini emigrati nel Nord America, per conoscersi meglio ed essere più uniti. Due anni dopo, sempre ad Hazleton, l’appuntamento si ripete e viene costituita l’ITTONA (International Tirolian-Trentino Organization of North America), con compiti di raccordo fra tutti i Circoli trentini del Nord America.

Quest’anno la Convention giunge quindi alla sua quindicesima edizione: la particolarità di questa Convention è che per la prima volta si svolge in Trentino, la terra dei padri. Ed infatti, per rimarcare questa particolarità, per la Convention 2002 è stato scelto il motto «Ritorno alle nostre radici – Back to our roots».

Alla Convention di Trento sono presenti rappresentanti di tutti i 23 Circoli trentini del Nord America (18 negli Stati Uniti e 5 Nel Canada). Per la precisione, gli iscritti sono 495, numero al quale va aggiunto quello dei numerosi parenti che si aggregheranno durante la manifestazione.

Questo il dettaglio delle iscrizioni: 13 del Circolo di Alliance (Ohio), 21 di Chicago (Illinois), 15 di Cleveland (Ohio), 43 di Denver (Colorado), 15 di Hazleton (Pennsylvania), 5 di Milwaukee (Wisconsin), 48 del Minnesota, 22 del New England, 68 di New York, 8 di Norway (Michigan), 28 di Ogden (Utah), 29 di Pittsburgh (Pennsylvania), 21 di San Francisco, 9 di Solvay (New York), 5 di South Alabama, 22 di Southern California, 5 di Washington, 7 del Wyoming.

La rappresentanza dei Circoli canadesi è così composta: 19 dell’Alberta, 15 di Montreal, 29 di Toronto, 4 di Vancouver, 28 di Windsor. Completano il quadro degli iscritti una ventina di persone che non appartengono ai Circoli trentini.

Per i partecipanti è stato predisposto un programma fitto di appuntamenti e di iniziative collaterali. Accanto ad alcuni momenti ufficiali con l’intervento delle autorità locali (al Castello del Buonconsiglio, all’Auditorium del Centro Santa Chiara, nella Cattedrale di san Vigilio), è in particolare previsto il concerto «Canti della montagna», lo spettacolo che vede riuniti sul palco l’Orchestra Haydn ed il Coro della SAT. Il concerto si svolgerà nel Teatro Sociale, che il 4 marzo scorso ha ospitato anche la «prima» dello spettacolo, che viene replicato in esclusiva proprio in onore dei partecipanti alla Convention.

L’annuncio ufficiale che la Convention 2002 si sarebbe tenuta a Trento era stato dato due anni fa, in occasione della Convention di Boston, dal presidente dell’ITTONA, Eugene Pellegrini: la notizia era stata accolta da un prolungato applauso dei circa cinquecento partecipanti.

Due anni sono ormai trascorsi dal luglio del 2000, durante i quali l’associazione Trentini nel mondo, che ospita la Convention, è stata impegnata nell’allestire ed attivare la macchina organizzativa del grande evento. (Inform)


Vai a: