* INFORM *

INFORM - N. 123 - 20 giugno 2002

Inaugurata alla "Dante Alighieri" la mostra di Margherita Agnelli de Pahlen

ROMA - E’ stata inaugurata negli splendidi saloni cinquecenteschi di Palazzo Firenze, Sede centrale della Società Dante Alighieri, la mostra di Margherita Agnelli de Pahlen, prima in assoluto dell’artista a Roma. Alla manifestazione erano presenti numerose personalità appartenenti al mondo dello spettacolo, della politica e della cultura, tra cui Vittorio Sgarbi, Roberto Zaccaria, Gino Agnese, Maurizio Beretta, Alberto Arbasino, Sofia Gnoli, Federico Guiglia, Remo Girone, Alain Elkan, Giordano Bruno Guerri, Susanna Agnelli, Maria Pia Fanfani, Folco Quilici, Giorgio Ciucci, il Marchese Innocenzo Patrizi, la Marchesa Cristina Theodoli, la Contessa Maria Sanminiatelli, la Principessa Alessandra Borghese, i Principi Carlo e Mariella Caracciolo, Egon Furstenberg, Elettra Marconi, Peter Glidewell, Bruno Mantura e Angelo Bucarelli.

L’esposizione, comprendente una selezione di oli su tela che vanno dalla metà degli anni ‘90 ad oggi, resterà aperta al pubblico fino al prossimo 5 luglio.

Presentata in catalogo dal celebre artista della trans-avanguardia Sandro Chia, la pittura di Margherita Agnelli racconta le storie di un sogno intimo ove spiritualità ed oniricità si incontrano su un piano superiore. Come scrive lo stesso Chia in prefazione, questi quadri "sono pieni di buon umore contenuto in un cielo speciale che, se non vado errato, e' una pelle d'aria poggiata su una polpa corporea in attività continua, chiamata vita e che è attraversato da raggi provenienti dall'immensità del suo esterno".

Fortemente voluta dal Presidente della Società Dante Alighieri, Ambasciatore Bruno Bottai, la rassegna si compone di circa 60 dipinti selezionati in un catalogo a colori che sarà inviato in tutto il mondo presso i Comitati dell’estero.

Margherita Agnelli de Pahlen inizia gli studi a Roma, prima di iscriversi all’Istituto San Sergio di Parigi, dove lavora presso l’"atelier d’icones" di Père George Drobot. A cavallo tra il 1993 ed il 1994, in collaborazione con Père Stamatis Skliris, realizza un’icona raffigurante il Cristo sulla Croce per un monastero in Italia. Successivamente è autrice di murales sulla Resurrezione per la Cappella della famiglia Caracciolo a Garavicchio, in Toscana. Madre di otto figli, Margherita Agnelli de Pahlen ha vissuto in numerosi Paesi, conosciuto diverse culture e civilizzazioni. Luminose, le sue opere esprimono amore per la vita e attraverso i suoi paesaggi pieni di luce ed i suoi personaggi immersi in una quieta felicità, la pittrice fa passare un messaggio di speranza. (Inform)


Vai a: