* INFORM *

INFORM - N. 123 - 20 giugno 2002

Ricevuti da Tremaglia i vertici di Viale Mazzini. Piano d'azione comune RAI-Ministero per gli Italiani nel mondo

ROMA - Il Ministro per gli Italiani nel Mondo Mirko Tremaglia ha ricevuto il 19 giugno una delegazione della Rai, guidata dal direttore generale Agostino Saccà, per una riflessione comune su una collaborazione futura tra il ministero e l'azienda radiotelevisiva. Tremaglia ha illustrato le finalità del nuovo ministero che si trova a gestire la fase attuativa della legge che ha riconosciuto, dopo 46 anni, l’esercizio del diritto di voto agli italiani all'estero, e ad affiancare l'attività del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero e dei Comites. Il ministro ha anche annunciato una serie di iniziative che intende realizzare, a cominciare dai convegni sui ricercatori e gli scienziati italiani all'estero, sui ristoratori e gli imprenditori, alla nuova edizione del Premio per gli italiani nel mondo che si sono maggiormente distinti nelle loro professioni.

Tremaglia ha sottolineato l'enorme potenzialità rappresentata dalle comunità degli italiani all'estero sia in termini di diffusione della nostra cultura sia in termini di ritorno economico valutato in oltre 191mila miliardi di lire l'anno. Una realtà, ha osservato Tremaglia, che deve trovare sempre maggiore visibilità nelle reti del servizio pubblico radiotelevisivo anche con un rafforzamento della presenza di Rai International. A questo scopo Tremaglia ha proposto la realizzazione di una convenzione con la Rai che preveda la cosiddetta "Tv di ritorno", ossia spazi quotidiani sulle tre reti tv dedicati alle comunità italiane all'estero.

Il direttore generale della Rai Agostino Saccà, che era accompagnato dai direttori delle tre reti tv, di Rai International e da altri dirigenti, ha sottolineato il valore altamente significativo dell'incontro che si è svolto fuori dalla sede di Viale Mazzini a riprova dell'attenzione che la Rai intende dedicare ai connazionali all'estero. Saccà ha confermato la disponibilità della Rai ad offrire la massima visibilità alle iniziative del ministero negli spazi informativi e in quelli di approfondimento dedicando eventualmente anche delle dirette per gli eventi maggiori. Saccà ha ribadito l'interesse a creare attraverso tutte le reti un'offerta dedicata agli italiani all'estero e a rafforzare la presenza delle tematiche di quelle comunità anche in altri spazi come la radio, televideo e Rai news 24. I dettagli della collaborazione verranno affrontati in un comitato misto Rai-Ministero degli italiani nel mondo che verrà insediato nei prossimi giorni per affrontare anche il tema della convenzione e del necessario finanziamento. Il direttore Saccà prossimamente sottoporrà l'esito dell'incontro e dell'ipotesi di convenzione al Consiglio d'amministrazione della Rai. (Inform)


Vai a: