* INFORM *

INFORM - N. 118 - 13 giugno 2002

Conferenza dei Veneti d’Europa (Berlino 7-8-9 giugno 2002)

Documento finale del Gruppo di lavoro "Mobilità e Globalizzazione"

Il Gruppo si è riunito nei giorni 8 e 9 giugno sotto il coordinamento dei Sigg. Marina Verlato e Claudio Valente e con la partecipazione di 25 delegati.

Si è iniziato il confronto tra i presenti con l’analisi del processo in atto della globalizzazione al livello di Unione Europea che, grazie al Mercato Unico, si sta, anche se con lentezza, attuando attraverso le quattro fondamentali Libertà di Circolazione: di persone, di merci, di professioni e di capitali.

E’ stata a tal proposito evidenziata la necessità di una maggiore incisività propositiva da parte di tutte le componenti politiche affinché siano tolti i troppi ostacoli burocratici esistenti, si dia vita ad una cultura di lavoro d’insieme, si omogeneizzino riforme fiscali, accessi al lavoro, sistema sanitario e indirizzi scolastici.

E’ indubbio che la globalizzazione avvantaggia le Regioni e le Economie maggiormente competitive che, per posizione geografica, produttività e intensità di lavoro sono avvantaggiate, come il Veneto, nelle sfide dell’Export e della modernità. E’ importante però sviluppare anche l’aspetto sociale della Globalizzazione se si vogliono integrare i Paesi più arretrati nello sviluppo tecnologico, facendoli accedere al ciclo economico internazionale, secondo la Carta dei Diritti Europei.

Necessita pertanto sviluppare l’informazione su tutti i settori tra Paese e Paese attraverso sportelli e Punti Informativi presso le Associazioni competenti affinché il mondo giovanile possa tessere rapporti di conoscenza, cultura e professionalità per facilitare l’interscambio, la mobilità e l’integrazione.

E’ opportuno pertanto pervenire ad una sollecita intesa tra la Confederazione dei Giovani e i settori giovanili delle singole Associazioni al fine di raggiungere unitarietà della programmazione, che tenga conto soprattutto delle realtà giovanili di tutta Europa.

Per raggiungere tali obiettivi, per fruire anche di borse di studio, stage ed altro è opportuno prendere in considerazione la proposta di Unioncamere ed altre istituzioni, di organizzare annualmente un incontro di progettualità e verifica a Bruxelles o altro luogo da destinare.

Il terzo Gruppo di Lavoro invita le istituzioni ad impegnarsi in progetti concreti per diffondere il modello di impresa veneto ed in primis del distretto socio-economico per entrare da protagonisti nel fenomeno della Globalizzazione, valorizzando le nostre specificità.

In tale logica vanno attivate le reti delle Associazioni venete nel mondo, ambasciatrici del "modello veneto".

Il Gruppo di Lavoro condivide e fa proprio il progetto di www.lapiazzamercato.it che consiste nella realizzazione di un punto di incontro virtuale in cui tutti i veneti, quelli in patria e quelli all’estero, possano incontrarsi per dibattere, progettare e portare a soluzione programmi e iniziative.

Il Gruppo di Lavoro si compiace che l’attivazione di questo progetto sia frutto di una sinergica intesa tra Regione, Associazioni e sistema delle Camere di Commercio, auspicando una sua immediata attuazione nella prospettiva di un rapido avvio della fase operativa.

Infine il Gruppo di Lavoro, data l’urgenza dell’attuazione del progetto Leonardo da Vinci, invita la Regione del Veneto ad assumere il ruolo di partenariato per la sua realizzazione coinvolgendo le Associazioni dei Veneti in Europa.

(Inform)


Vai a: