* INFORM *

INFORM - N. 116 - 11 giugno 2002

Conferenza dei Veneti d’Europa (Berlino 7-8-9 giugno 2002)

Documento finale del Gruppo di lavoro "Comunicazione"

La Conferenza dei Veneti in Europa, consapevole nel ruolo svolto nella costruzione dell’Europa stessa, dove tutti devono integrarsi nel rispetto assoluto delle singole identità culturali e linguistiche, prende atto che l’approvazione della legge ordinaria sull’esercizio del voto all’estero ha contribuito radicalmente allo status quo di chi vive oltre confine, poiché con l’esercizio del voto siamo stati tutti a pieno titolo ammessi nel "Sistema Italia". Ciò premesso, anche nel campo dell’informazione e comunicazione ci deve essere un corretto adeguamento di comportamento e una propositiva compartecipazione al sistema comunicativo, per la realizzazione di uno status democratico delle nostre comunità residenti all’estero.

La Conferenza dei Veneti in Europa disapprova, nonché condanna, il comportamento dell’ente pubblico RAI che continua a oscurare i programmi sportivi, culturali e di intrattenimento. Esige dalla RAI informazione completa e rispettosa delle diversità regionali che tenga conto della comunicazione di ritorno implementando la capacità ricettiva delle singole collettività esistenti all’estero, mediante la trasmissione di programmi correttamente informativi circa le attuali dinamiche politiche, sociali ed economiche della Regione di appartenenza. A tal fine si sollecita l’integrazione di uno spazio dedicato alle notizie regionali all’interno del canale RAI.

Editoria cartacea e multimediale: una prospettiva di integrazione

Per quanto riguarda l’informazione su supporto cartaceo e telematico (Internet), la prospettiva emersa riguarda l’opportunità e la necessità di formare presso redazioni locali venete ed uffici stampa, personale addetto al ruolo di corrispondente dall’estero, al fine di facilitare non solo la comunicazione di rientro ma anche garantire qualità e trasparenza nella trasmissione dell’informazione proveniente dall’Italia.

Compartecipazione finanziaria dell’Ente Regione agli organi di stampa delle associazioni da esso riconosciute al fine di garantire la sopravvivenza del tradizionale legame che unisce le comunità venete all’estero con la realtà locale, mediante la divulgazione di testate e giornalini editi dalle diverse realtà associative. A tal proposito si sollecita la revisione delle liste dei riceventi all’estero di tale foglio.

Interattività dei sistema di comunicazione.

In base all’esperienza e al positivo riscontro ottenuto dal recente inserimento del sito della Confederazione dei Giovani Veneti all’interno del portale della Regione si deduce e si dà conferma che i sistemi interattivi, quali Internet, creano nella rete la coscienza di appartenenza nonostante la discrasia delle coordinate spazio temporali. A tal fine si richiede la compartecipazione finanziaria dell’ente regionale per l’acquisto nonché l’avviamento di corsi informatici di base per un proficuo utilizzo dei sistemi elettronici.

Coscienti dei costi e dei tempi necessari per l’apprendimento la nostra richiesta si subordina alla possibilità di sviluppo di piani di programmazione pluriennali pur nella ragionevole sollecitazione di un’attivazione a breve termine della suddetta iniziativa.

(Inform)


Vai a: