* INFORM *

INFORM - N. 111 - 4 giugno 2002

Mondiali di calcio oscurati dalla RAI in Europa. Tremaglia chiede un intervento di emergenza dei Ministri degli Affari Esteri e delle Comunicazioni

ROMA – "Le partite dei Mondiali di Calcio sono state oscurate dalla RAI. Non è la prima volta che avviene questo scandalo, e non è certamente la prima volta che io denuncio questa vergogna", ha dichiarato il ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia. "Chi si illude che gli italiani all’estero possano essere trattati come un tempo, cioè come cittadini di serie B e discriminati, dovrà certamente ricredersi. Comunque non sono più tempi di spiegazioni cosiddette tecniche, basti vedere che negli altri Paesi questo problema è stato risolto".

"Reagisco decisamente e duramente anche se mi dicono che le responsabilità appartengono al passato – ha proseguito Tremaglia - ma tutti sapevano e sanno che vi sarebbero stati i Campionati del Mondo e quindi non si può oggi ragionare in termini di antiche colpe. Occorre provvedere in modo urgente e immediato. Anche gli altri Paesi hanno comprato i diritti allo stesso prezzo della RAI e i distributori stanno trasmettendo, per esempio in Belgio dov’è prevalente il sistema via cavo, gli incontri del mondiale, ad eccezione proprio dei programmi italiani che si presentano con schermo nero o con immagini criptate".

Il ministro per gli Italiani nel mondo chiede pertanto un intervento di "emergenza" sulla RAI al ministro degli Affari Esteri e al ministro delle Comunicazioni per risolvere questa ingiustizia e il problema.

"Mi si risponda nell’immediato – ha concluso Tremaglia - in modo da tranquillizzare i nostri connazionali che anche in questo campo hanno i diritti che nessuno può calpestare". (Inform)


Vai a: