* INFORM *

INFORM - N. 108 - 31 maggio 2002

Calciomercato: per Nesta è asta selvaggia

ROMA – Finalmente c’è chiarezza (se così si può chiamare) in casa Lazio: Alessandro Nesta, il difensore della nazionale e il pezzo più pregiato dello scacchiere biancoceleste, è ufficialmente sul mercato. Dopo le mille voci di accordi veri o presunti, è giunta l’ufficializzazione della famiglia Cragnotti, secondo la quale chi vuole Nesta deve portare nelle casse della Lazio 60 milioni di euro, non un euro in meno e nemmeno in più. La sorpresa, comunque relativa, è che le parole in merito siano state pronunciate dopo che lo stesso Sergio Cragnotti aveva dichiarato che Nesta non era sul mercato. Per giorni ripetuti la Lazio ha tenuto nascosta la volontà di cedere il suo capitano fino a quando, accerchiata da procuratori, voci e corteggiatori, si è decisa a chiarire la situazione. Ora non resta che la Juventus, visto che l’Inter si è defilata: i neroazzurri hanno prelevato Gamarra, centrale sudamericano, hanno già Cordoba e difficilmente spenderanno la cifra chiesta da Cragnotti. La Juventus, che conta di inserire Brighi o Zambrotta nell’operazione Nesta, rimane favorita, anche se va considerato un particolare. Nelle frasi dei Cragnotti risuona pure un sussulto d’orgoglio; si dice anche che la trattativa la conduce solo la Lazio e che comunque l’impegno societario è quello di allestire una formazione da scudetto da consegnare a Roberto Mancini, il nuovo tecnico.

Intanto è virtualmente raggiunto l’accordo con la Fiorentina per il passaggio in biancoceleste di Enrico Chiesa: costo dell’operazione 12 milioni di euro con una sola complicazione, legata al compenso da corrispondere all’attaccante ligure: Chiesa vorrebbe 3,3 milioni di euro annui, la Lazio (che ha fissato il salary cup a 2,7 milioni di euro) è disposta ad offrire 2,5 milioni. Si troverà comunque l’accordo anche perché tutte le parti (da Chiesa a Mancini, dalla Lazio alla Fiorentina) sono interessate all’operazione. Sul fronte Crespo sembra concreta la pista spagnola e nelle ultime ore emerge con vigore quella del Barcellona più che quella del Real Madrid: dalla Catalogna Gaspart, presidente del Barca, avrebbe proposto lo scambio con Rivaldo, "uno che farebbe saltare il banco", come ha detto di recente Sergio Cragnotti. Altre operazioni: andrà via Nesta, quindi Stam non si muoverà da Roma. Possibile lo scambio con la Juventus per vedere Iuliano a Roma e Favalli a Torino. Alla fine ci sarà Manfredini dal Chievo alla Lazio; possibile l’operazione Eriberto, anche se ci sarà da vincere la concorrenza proprio della Juventus; infine, idea Maccarone: l’empolese potrebbe siglare l’accordo raggiunto dalla sua società con il Birmingham, ma nei dieci giorni di tempo che si è concesso prima della firma attende passi concreti in Italia. E la Lazio è in prima fila. (Francesco Certo-Inform)


Vai a: