* INFORM *

INFORM - N. 107 - 30 maggio 2002

Conferenza del professor Tatto dell’Università di Maringà: il contributo degli italiani all’economia brasiliana

BELLUNO - A Longarone, nella sala "Popoli d’Europa", ha avuto luogo l’attesa conferenza del prof. Luis Tatto, italo brasiliano di origini feltrine, docente di economia aziendale all’Università di Maringà, nello stato del Paranà in Brasile. L’iniziativa era stata promossa dalla Famiglia ex emigranti del Longaronese, all’Associazione Bellunesi nel Mondo e dall’Assessorato alla cultura del Comune di Longarone.

In una sala affollata e partecipe, il prof. Tatto ha parlato sul tema: " L’influenza e la partecipazione degli italiani e dei loro discendenti nella formazione dell’economia aziendale brasiliana". "Gli italiani nel Brasile – ha detto il relatore – hanno portato intelligenza, fantasia, attaccamento al lavoro, ma soprattutto hanno mantenuto vivi i valori del nostro Umanesimo. E’ necessario che questi valori vengano tutelati in un mondo che tende all’appiattimento delle culture. L’Italia, in particolare, può aiutare a ricevere aiuto dal Brasile attraverso l’interscambio culturale, economico, giovanile". (Inform)

Dieci anni di gemellaggio tra Longarone e Urussanga (Brasile)

Intanto è partita la delegazione del Comune di Longarone per Urussanga – gemellata con il comune bellunese – per i festeggiamenti del decimo anniversario di gemellaggio. Del gruppo, 25 persone, guidato dal sindaco Pierluigi De Cesero, fanno parte membri della Giunta e del Consiglio comunale, dell’Associazione Bellunesi nel Mondo e della locale associazione "Amici di Urussanga". Le manifestazioni nella città brasiliana sono state indette dal 22 al 26 maggio, giorno in cui, assieme alla celebrazione dei dieci anni della ricorrenza, si festeggerà anche il 124° anniversario di fondazione della città.

Per l’occasione della trasferta è stato ultimato a tempo di record e portato in Brasile anche un corposo volume: "Igne. Paese del fuoco", 260 pagine e 140 immagini fotografiche, la maggior parte d’epoca (a firma dei giornalisti Ivano Pocchiesa e Mario Fornaro), nella considerazione che tantissimi emigrati a Urussanga erano partiti proprio da Igne e Soffranco. La presentazione ufficiale dell’opera verrà effettuata al ritorno della delegazione. (Inform)


Vai a: