* INFORM *

INFORM - N. 105 - 28 maggio 2002

Promossi dalla Regione Veneto nelle scuole corsi per la pace, i diritti umani e l’interculturalità

PADOVA- "La Regione Veneto è particolarmente impegnata a promuovere e diffondere tra gli studenti tematiche quali l'interculturalità (cioè la comprensione delle culture delle popolazioni immigrate nel Veneto), la promozione e la tutela dei diritti dei bambini e dei giovani, l'educazione alla cultura della pace: per questo ha deciso di finanziare anche per il prossimo anno scolastico il corso formativo per docenti e dirigenti scolastici su queste materie che ha prodotto brillanti risultati nel 2001-2002". Lo ha affermato l'assessore regionale al bilancio ed ai diritti umani Marialuisa Coppola, intervenendo il 28 maggio all'Istituto Severi di Padova, al seminario regionale "Educazione alla cittadinanza ed alla solidarietà" organizzato in collaborazione con l'Università degli Studi di Padova ed il Ministero dell'Istruzione. "Con questi corsi formativi - ha aggiunto - vogliamo dare al mondo della scuola gli strumenti educativi per trasmettere alle giovani generazioni valori come la libera circolazione delle informazioni e delle conoscenze, la lotta ad ogni forma di discriminazione, la promozione della pace e della sicurezza internazionale, la prevenzione e la soluzione dei conflitti.

A questo scopo la Regione definirà una specifica convenzione con il Ministero dell'Istruzione e l'Università di Padova per l'anno scolastico 2002-2003". "Ai corsi di quest'anno, da poco conclusi - ha ricordato l’assessore regionale - hanno partecipato oltre 560 docenti e dirigenti scolastici di circa 300 istituti scolastici delle sette province del Veneto. L’iniziativa ha avuto successo e perciò la ripeteremo nell’anno scolastico 2002-2003 con l’obiettivo non solo di formare i docenti delle scuole del Veneto su questi temi, ma anche attraverso iniziative che favoriscano la realizzazione dei progetti didattici prodotti alla fine del corso 2001-2002 e assegnando il "Premio Veneto per la pace e la solidarietà tra i popoli" ad un’iniziativa didattica del 2002-2003 particolarmente significativa e meritevole di essere divulgata sia in ambito scolastico che extra scolastico. Inoltre, data l'elevata qualità dei progetti didattici presentati alla fine del corso 2001-2002, abbiamo deciso di raccoglierli in un cd-rom per favorirne la divulgazione nelle scuole della nostra regione". L'assessore, infine, ha annunciato la prosecuzione per il prossimo anno delle iniziative regionali realizzate nelle scuole da associazioni e Organizzazioni non governative (che per il 2001 erano: Medici Senza frontiere, Comitato "Non c'è pace senza giustizia" di Roma, Beati i costruttori di pace di Padova, Unicef del Veneto, Amnesty International) di elevata competenza: "un progetto - ha concluso - che per gli Istituti scolastici interessati sarà a costo zero". (Inform)


Vai a: