* INFORM *

INFORM - N. 103 - 24 maggio 2002

Convenzione europea - Cristiana Muscardini (An): La politica più vicina ai cittadini

BRUXELLES - La sessione della Convenzione europea ha trattato due temi, quello dell’efficienza e della legittimità dei compiti dell'Unione e quello della preparazione della sessione della Convenzione dedicata alla società civile che sono connessi tra di loro per importanza ed attualità.

Cristiana Muscardini (An), membro della delegazione del Parlamento Europeo alla Convenzione europea, è intervenuta sottolineando come la rapidità dei mutamenti che sta investendo la società odierna imponga alle Istituzioni europee, così come alle amministrazioni nazionali che con le prime devono lavorare in stretto contatto, una semplificazione e una razionalizzazione del corpus normativo.

"Razionalizzare, semplificare e, perciò rendere accessibile la comprensione - ha detto l’on. Muscardini - significa anche garantire quella trasparenza che deve continuare ad essere uno degli obiettivi della nuova politica e dei nuovi assetti istituzionali".

In un quadro legislativo costituito da migliaia di testi a volte incomprensibili non solo per i cittadini ma anche per gli adddetti ai lavori, la qualità della normativa europea potrà essere garantita solo grazie a leggi quadro che lascino all'azione sussidiaria degli Stati la regolamentazione, nel dettaglio, delle materie disciplinate.

Sul Forum della società civile la presidente della delegazione di An al Parlamento Europeo ha ribadito l'importanza della previsione di contributi individuali e di organizzazioni europee e nazionali al dibattito in corso sul futuro dell'Europa in quanto solo attraverso la partecipazione di tutti verrà garantita quella eterogeneità, corrispondente alle peculiarità esistenti in ogni Paese, che è alla base della ricchezza culturale del Continente europeo.

"Perchè questi contributi – ha concluso Cristiana Muscardini - possano acquistare l'importanza che meritano è necessario che da parte nostra ci sia la capacità di ascoltare e di interpretare, grazie a strumenti idonei, le diverse voci dell'Europa". (Inform)


Vai a: