* INFORM *

INFORM - N. 102 - 23 maggio 2002

A Gualdo Tadino riflessioni e proposte sui musei dell’emigrazione

PERUGIA - Venerdì 7 e sabato 8 giugno 2002 a Gualdo Tadino (Perugia), nel Verde Soggiorno Don Bosco, viale Don Bosco, 50 - organizzato dall’ISUC (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea) e del Museo dell’Emigrazione e a cura dell’Isuc e del Comitato scientifico del Museo dell’emigrazione di Gualdo Tadino, con il patrocinio del Ministero degli Italiani nel Mondo, della Regione dell’Umbria e del Comune di Gualdo Tadino - si svolgerà una interessante iniziativa per trattare esperienze locali e internazionali, a partire da Gualdo Tadino, con riflessioni, proposte e dibattiti in forma di convegno su "I musei dell’emigrazione".

I lavori della prima giornata saranno presieduti da Mario Tosti, presidente dell’Isuc.

Nella mattinata, dalle ore 10.30 alle 13, l’apertura del convegno e i saluti delle autorità; quindi le relazioni di: Emilio Franzina dell’Università di Verona (La tentazione del Museo: piccola storia di mostre ed esposizioni sull’emigrazione italiana negli ultimi cent’anni, 1896-2001); Anne Morelli dell’Università di Bruxelles (La mémoire retissée. Verso un museo dell’emigrazione in Belgio).

Nel pomeriggio, dalle ore 15.30 alle 19, relazioni di: Noemi Ugolini, direttore del Museo dell’emigrante di San Marino (Il Museo dell’Emigrante di San Marino); Sergio Bugiardini dell’Università di Urbino (Il Museo di Ellis Island a New York); Anne von Oswald, Netzwerk Migration in Europa (Da una storiografia nazionale ad una storiografia europea: il progetto tedesco di un centro europeo di migrazione); Roberto Olla, giornalista, presidente dell’Iag dell’Uer – Ebu Eurovisione (Emigrazioni, audiovisivi, musei). Parteciperanno ai lavori l’on. Giuseppe Giulietti e l’on. Federico Orlando.

I lavori della seconda giornata saranno presieduti da Luciano Tosi dell’Università di Perugia. Due i temi trattati:

Interventi di: Marcello Saija dell’Università di Messina (Il Museo dell’emigrazione eoliana di Salina); Franco Vallone, direttore del Museo dell’emigrazione (Il Museo dell’emigrazione di Francavilla Angitola, Vibo Valentia); Javier Grossutti dell’Università di Udine (La "sezione emigrazione" del Museo provinciale della vita contadina "Diogene Penzi" di Cavasso Nuovo, Pordenone); Franco Di Silverio dell’Università La Sapienza di Roma (L’area emigrazione del Museo delle tradizioni ed arti contadine di Picciano, Pescara); Andreina de Clementi dell’Istituto universitario orientale di Napoli (L’istituendo "Museo storico dell’emigrazione transoceanica meridionale" in Napoli).

Interventi di: Alberto Sorbini, responsabile ricerca dell’Isuc (Il Museo dell’emigrazione di Gualdo Tadino); Bruno Gori, architetto (Il progetto architettonico e l’allestimento); Barbara Scaramucci, Divisione Teche Rai (L’emigrazione in TV: dalle Teche Rai al Museo)

Seguirà il dibattito. (Emigrazione notizie/Inform)


Vai a: