* INFORM *

INFORM - N. 101 - 22 maggio 2002

Si è svolta a Montreal la Prima Conferenza dei Giovani Italiani in Canada

MONTREAL -Nell’Auditorium del Giardino Botanico, la giovane Lilly Renda di Montreal ha dato inizio alla Prima Conferenza dei Giovani italiani in Canada, alla presenza di una folta platea formata in maggioranza da giovani provenienti da Vancouver, Winnipeg, Windsor, Mocton, Toronto, Ottawa, Québec e da Montréal e di numerose autorità tra cui il Console Generale d’Italia a Montreal Gian Lorenzo Cornado, in rappresentanza dell’Ambasciatore d’Italia in Canada, il Ministro federale della Cittadinanza e dell’Immigrazione Denis Coderre, Massimo Pacetti neo-deputato federale, Normand Bourdon in rappresentanza del Ministero delle Relazioni internazionali del Québec, Luigi Ripandelli Presidente del Comites di Toronto, Carlo Consiglio Consigliere al CGIE per il Canada, Carol Gagliardi editrice del Corriere Italiano, Maria Predelli docente dell’Università McGill, Giovanni Rapanà Presidente del Comites di Montreal, nonchè moderatore della Conferenza.

Prima dei saluti da parte dei presenti è stata data lettura del messaggio giunto ai giovani partecipanti alla Conferenza da parte del Ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia e del messaggio di auguri giunto dal Presidente della Regione Puglia Raffaele Fitto. Al termine dei saluti, la giovane Isabella Tirelli ha aperto i lavori della Prima Conferenza dei Giovani Italiani in Canada, realizzata grazie alla collaborazione del Consolato Generale d’Italia a Montreal.

Tenuto conto delle tematiche proposte e trattate nel corso dell’assise, nonché degli interventi effettuati, la Conferenza sollecita le istanze istituzionali, italiane e canadesi, ad accogliere le raccomandazioni concernenti: 1) l’accesso ai media italiani e l’informazione di ritorno; 2) la cittadinanza italiana e l’esercizio dei voto all’estero; 3) la lingua e cultura italiana nel multiculturalismo canadese; 4) la formazione professionali e gli scambi interculturali.

Le quattro raccomandazioni sono state approvate all’unanimità. Una giovane delegata proveniente da Ottawa ha proposto che l’anno prossimo la Conferenza dei Giovani Italiani in Canada si tenga nella capitale canadese, proposta accolta all’unanimità e accompagnata da un caloroso applauso.

Dopo il ringraziamento di Giovanni Rapanà a tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione del primo appuntamento dei giovani italiani in Canada - dal Console Generale agli organi d’informazione (CFMB 12.80, Il Corriere Italiano, Il Cittadino Canadese, Insieme, La Voce, Il Rincontro, La Comunità, L’Altra Calabria, Rai International), dal gruppo dei giovani organizzatori al Segretario del Comites Giovanna Giordano e a tutti i componenti del Comites di Montreal - la Conferenza è stata chiusa da alcune riflessioni del giovane Francesco Robles del Comites di Toronto, che ha ribadito l’auspicio che le raccomandazioni della Conferenza vengano accolte dalle istanze interessate. (Inform)


Vai a: