* INFORM *

INFORM - N. 98 - 18 maggio 2002

Ciampi a Giovanni Paolo II : "La Sua azione e i Suoi incoraggiamenti rimangono fonte di speranza per tutti"

ROMA - "Desidero rinnovarLe la mia ammirazione per la Sua incessante attività internazionale e per l’impegno che Ella pone, attraverso le visite che includeranno fra pochi giorni Azerbaijan e Bulgaria, nel consolidamento di una comune appartenenza europea", è detto nel messaggio di auguri del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi a Giovanni Paolo II in occasione del suo ottantaduesimo compleanno.

"Dagli sviluppi della realtà internazionale emerge che il dialogo fra religioni e culture è essenziale per affermare i valori della convivenza e del reciproco rispetto fra i popoli. Soprattutto nel Mediterraneo – punto privilegiato di incontro fra le tre grandi religioni monoteiste – il confronto può trasformarsi in una straordinaria occasione di dialogo. Le potenzialità della convivenza rimarranno inespresse se non saranno sorrette da un rinnovato sforzo che faccia partecipi le culture del Mediterraneo di un comune destino".

"Santità, la Sua azione e i Suoi incoraggiamenti rimangono fonte di speranza per tutti - ha proseguito Ciampi - : la Sua presenza e le Sue parole sono essenziali. Ne sono pienamente consapevoli i milioni di giovani che, dopo la straordinaria di Tor Vergata, attendono di incontrarLa nuovamente a Toronto nel luglio prossimo perché sanno che Ella comprende le loro aspirazioni e sanno che Ella vuole portare i valori etici al centro della comunità internazionale. Con questi sentimenti - ha concluso il Presidente - formulo un fervido augurio per la prosecuzione della Sua illuminata missione pastorale al servizio della pace e della fratellanza nel mondo". (Inform)


Vai a: