* INFORM *

INFORM - N. 97 - 17 maggio 2002

Zoratto (CGIE) scrive a Berlusconi e Tremaglia: "Per la ricezione dei programmi Rai in Canada è urgente un intervento politico"

STOCCARDA - La decisione della Corte Suprema canadese che vieta la ricezione dei programmi satellitari provenienti dall'estero è oggetto di un lettera di Bruno Zoratto, presidente della Commissione Informazione e Comunicazione del CGIE, lettera inviata a Silvio Berlusconi nella veste di ministro degli Esteri e al ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia.

Una decisione - scrive Zoratto - che pone fuori legge centinaia di migliaia di concittadini italiani residenti in Canada, che ricevono via satellite i programmi Rai. Una decisione che, oltre ad essere anacronistica, è molto grave perché lede chiaramente la libertà d'informazione. La Rai, tramite Rai International, sembra abbia già formalmente fatto domanda per acquisire la licenza per un canale canadese che permetterà la trasmissione legale dei programmi.

Intanto Zoratto chiede al Governo italiano un "urgente intervento politico, affinché anche in quel civile Paese il diritto all'informazione venga garantito alla numerosa collettività italiana, nel rispetto assoluto della sua universalità". (Inform)


Vai a: