* INFORM *

INFORM - N. 97 - 17 maggio 2002

La Regione Veneto chiede al Governo che il prossimo decreto sui flussi assegni una quota specifica agli oriundi italo-argentini

VENEZIA - La Regione Veneto chiede al Governo che, nel prossimo decreto sui flussi migratori, sia contenuta una quota specifica assegnata agli emigranti italiani che ritornano dall’Argentina per trovare lavoro e casa in Italia e nel Veneto. E’ stato l’Assessore regionale ai flussi migratori Raffaele Zanon, intervenuto a Roma all’incontro dell’Unità di Coordinamento degli aiuti all’Argentina, a chiederlo formalmente al Ministro per gli italiani nel mondo Mirko Tremaglia che ha partecipato alla riunione e che ha assicurato del suo interessamento in questo senso presso il Governo. L’Assessore ha spiegato al Ministro che l’introduzione di una quota ad hoc consentirebbe di superare i problemi posti dalla doppia cittadinanza ora necessaria per il rientro in Italia e risolverebbe molte delle lungaggini burocratiche legate all’ottenimento del passaporto italiano.

Durante l’incontro romano, al quale sono intervenuti i rappresentanti delle Regioni italiane, il rappresentante del Veneto ha sollecitato la costituzione del fondo di solidarietà delle regioni per finanziare le iniziative di solidarietà rivolte all’emergenza sociale argentina. Egli ha inoltre informato il Ministro che, nel Veneto, si allarga la disponibilità delle aziende - ultime in ordine di tempo alcune imprese del trevigiano - a impiegare oriundi italo-argentini; che, il 22 maggio prossimo, è atteso a Venezia l’arrivo di un contingente di circa trenta oriundi provenienti dall’Argentina che saranno inseriti nelle aziende venete dell’Electrolux, come previsto dall’accordo tra Regione-Ministero del Lavoro- Electrolux. Zanon ha ricordato, tra l’altro, la disponibilità dell’Alitalia a ridurre i costi dei biglietti e il lavoro svolto per superare i problemi legati all’assolvimento dell’obbligo di leva per gli oriundi in arrivo su suolo italiano.

"Stiamo consolidando il lavoro iniziato - ha sottolineato Zanon - e mi preme ricordare che il progetto di rientro dei nostri emigrati e figli di emigrati dall’Argentina non riguarda solo gli emigrati veneti in senso stretto ma gli emigrati italiani". L’assessore ha, infine, informato che il Ministro Tremaglia ha svolto una relazione aggiornata sulla situazione argentina dalla quale si evince che la realtà del paese sudamericano non migliora e, anzi, sia va facendo sempre più preoccupante sia dal punto di vista politico che finanziario. (Avn/Inform)


Vai a: